Mer. Apr 21st, 2021

La Pro Loco di Siderno guarda in positivo e malgrado i tanti interrogativi che ancora esistono sul Covid, ha elaborato un buon piano di interventi per il 2021, approvati unitamente al bilancio di previsione nel corso di un’assemblea virtuale che si è tenuta domenica sera. È stata la neo presidente Antonella Scabellone nella sua relazione introduttiva ad illustrare le iniziative che l’associazione turistica prevede di sviluppare, Covid permettendo, nel prossimo anno.

Le previsioni operative partono dal prossimo marzo, quando – ha affermato la presidente – si spera che la morsa della pandemia sarà rallentata ed «hanno come primi punti di riferimento il carnevale o le festività di Pasqua. Poi a maggio si punterà sul Premio Civiltà e lavoro, ormai una vera e propria istituzione di Siderno per passare quindi al periodo estivo che sarà ricco di iniziative. Si partirà con una estemporanea di pittura, alcuni innovativi giochi nei rioni della città, una rassegna teatrale “Solstizio d’estate”, la riproposizione della Festa del turista e ancora quella che un tempo era una grande festa cittadina la “Sagra del pesce». Ci sarà spazio poi per la “Festa dei nonni” e la Festa di San Martino.

Punto forte del programma potrebbe essere anche il ritorno del “Gelsomino d’oro” una manifestazione che era la festa simbolo della Pro Loco di Siderno finalizzata a rendere omaggio ai personaggi che danno lustro a livello nazionale e internazionale alla città. Una manifestazione che, per cause varie negli ultimi anni aveva perso il suo smalto ma che, adesso, si vorrebbe ripristinare nel suo antico splendore. Il 2021 si dovrebbe poi concludere con una grande “Festa di Natale” e una “Notte bianca”, . Come intermezzi di questo programma sono previsti convegni e conferenze, altre manifestazioni di vario genere e, per la soddisfazione dei soci, alcune gite e gemellaggi. Un programma abbastanza variegato, insomma, per il quale è prevista in bilancio una spesa complessiva di 93.000 euro che potrebbe comunque lievitare in base alle disponibilità che scaturiranno strada facendo. La Pro Loco punterà, come di consueto sull’ufficio Iat con diffusione di pubblicazioni, propaganda, e progetti finalizzati non escludendo – Covid permettendo – la partecipazione ad expo e fiere. Il piano operativo, al pari del bilancio di previsione, a conclusione dell’assemblea , è stato approvato all’unanimità.

a.b.

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.