Dom. Apr 18th, 2021

Una esperienza molto positiva e di successo, seppur la prima, quella del servizio civile Arci,  che si è conclusa nel comune di Caulonia. Per un anno, le attività sono state intense e si sono svolte, principalmente,  presso la Casa della Pace A. Frammartino, grazie al progetto della omonima Fondazione, denominato: “Dialoghi tra comunità di pace, accoglienti e solidali”.
Quest’anno l’ufficio socio-culturale dell’ente, dopo la prima positiva esperienza, propone il progetto ” ARTE è PARTECIPAZIONE”.  Riguarda un ricco e valido percorso, portato avanti da 13 enti, con il coinvolgimento di 42 volontari, nei tanti teatri, biblioteche ed associazioni culturali della Calabria.
I due volontari del servizio civile che saranno selezionati per il servizio presso il comune di Caulonia verranno impiegati nella gestione della Casa della Pace A. Frammartino: Ostello ed Auditorium, nonché nell’organizzazione di eventi culturali musicali e teatrali che si terranno all’interno della struttura.
L’ obiettivo dell’intero progetto ” Arte è Partecipazione” è lo sviluppo socio-culturale del territorio, rendendo fruibili le strutture esistenti nei 13 comuni, con progetti per tutte le fasce d’età: bambini, con letture animate e musicate; anziani attraverso momenti di aggregazione sociale; attività artistiche di diverso genere: cinema, teatro, fotografia e arti visive, anch’esse finalizzate a processi di inclusione. Il progetto intende, inoltre, avviare attività educative e di promozione culturale. Verranno stabilite intese con le scuole del comune per il tutoraggio scolatico e percorsi di approfondimento su tematiche sociali.
Verrà, infine, trattato  il tema dell’“escursionismo” verso Caulonia, dove le iniziative culturali giocheranno un ruolo determinante.
Ai volontari sarà, altresì, affidato il compito di far conoscere le bellezze del paese, coinvolgendo e ospitando, grazie all’Ostello Casa della Pace, i visitatori e i gruppi che intendono conoscere la storia dell’antica Castelvetere, come “accompagnatori turistici” volontari all’interno di un sub- progetto “Ti contagio di Cultura”.
L’avviso è rivolto ai giovani tra i 18 ed i 28 anni. Gli aspiranti operatori volontari potranno presentare la domanda di partecipazione, esclusivamente, attraverso la piattaforma Domanda on Line (Dol) raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo domandaonline.serviziocivile.it (entro giorno 8 febbraio ore 14:00), scegliendo il progetto per il quale avanzare la candidatura.
Essendo una opportunità di crescita, di esperienza e di arricchimento culturale, la consigliera delegata agli affari sociali del comune cauloniese, l’avvocato Maria Elisabetta Cannizzaro, ha invitato i giovani a partecipare alla selezione.

L’avvocato Maria Elisabetta (Lisa) Cannizzaro

 

Il compianto Angelo Frammartino
Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.