Ven. Set 24th, 2021

Sono ormai trascorsi alcuni mesi da quando avevamo rilanciato il sondaggio promosso da Trenitalia, relativo all’acquisizione di dati sul gradimento di un eventuale servizio Frecciarossa notturno tra Milano Centrale e Reggio Calabria Centrale, con link da Villa San Giovanni a Messina effettuato con servizi di navigazione veloce. L’aver rilanciato sulla nostra pagina facebook associativa il sondaggio, ha portato alla compilazione dello stesso, da quanto siamo a conoscenza, da parte di diverse migliaia (!!) di utenti nel giro di pochi offrendo così a Trenitalia un notevole quantitativo di dati utili alla valutazione dell’effettiva appetibilità di questo servizio.
Evidentemente, i riscontri potrebbero essere stati molto positivi: da alcuni giorni nel circolano effettivamente alcune indiscrezione relative ad una possibile istituzione di un primo collegamento Frecciarossa notturno da Milano a Reggio Calabria Centrale, già dalla prossima stagione estiva! Da quanto siamo a conoscenza, i tempi di percorrenza dovrebbero aggirarsi attorno alle nove ore, con partenza da Milano a grandi linee alle 21.30 ed arrivo a Reggio Calabria Centrale alle 6.30 del mattino e viceversa in senso inverso.
Si tratterebbe indubbiamente di un servizio molto interessante, che andrebbe a intercettare quella vasta fetta di utenza che, non “amando” il treno notte classico con vetture a scompartimenti, si rivolge oggi al mercato del trasporto su gomma a lunga percorrenza. Se ciò fosse confermato, come Associazione Ferrovie in Calabria non possiamo che esserne soddisfatti, auspicando in tal caso all’istituzione di collegamenti Regionali in coincidenza da/per il versante jonico calabrese. Ma, da appassionati ed amanti del treno notte “classico”, non possiamo che condividere e rilanciare l’idea di un vero “Frecciarossa Notte”, ovvero con allestimenti interni dotati di posti letto e cuccetta e quindi con divisione a scompartimenti, lanciata dal nostro amico Antonino d’Anna, autorevole figura giornalistica del quotidiano Italia Oggi e profondo conoscitore del trasporto su rotaia italiano. Potrebbero essere dei Frecciarossa “night”, almeno in parte, i Treni Notte italiani del futuro, in vista di un importante rilancio a livello europeo del segmento notte ferroviario?

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.