Ven. Set 24th, 2021
Featured Video Play Icon

Ieri la cerimonia di intitolazione del ponte del waterfront. Al via la tre giorni internazionale “The last 20”

Il Ponte del nuovo Waterfront ha un’anima e un significato destinati a restare nel tempo quale impegno di un’intera città intorno ai valori della pacifica convivenza e della cooperazione tra i popoli. Questo il senso dell’intitolazione del tratto che unisce Reggio al suo porto, all’ambasciatore Luca Attanasio e alla sua scorta, il carabiniere Vittorio Iacovacci e l’autista dell’autovettura Mustapha Milambo morti in un agguato in Repubblica Democratica del Congo il 22 febbraio 2021. Un’iniziativa voluta dalla Città metropolitana e dal Comune a cui hanno preso parte, fra gli altri, il sindaco, Giuseppe Falcomatà, il prefetto, Massimo Mariani, il vicesindaco, Tonino Perna, il consigliere metropolitano con delega alle Politiche Internazionali, Giuseppe Marino, i vertici territoriali di Carabinieri, Polizia e Guardia di Finanza, i genitori e la moglie dell’ambasciatore Luca Attanasio, Zakia Seddiki e la fidanzata del carabiniere Iacovacci, Domenica Benedetto. Un momento carico di emozione che ha preceduto l’avvio della tre giorni del “The Last 20”, che vedrà confrontarsi a Ecolandia i rappresentanti diplomatici di venti Paesi impoveriti da sfruttamento coloniale, guerre e conflitti etnici e catastrofi climatiche.

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.