Mar. Giu 28th, 2022

Ha tentato di suicidarsi tagliandosi le vene dopo la notifica di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip Distrettuale di Reggio Calabria un imprenditore di Taurianova, già condannato in primo grado a 15 anni di carcere per associazione mafiosa a delinquere di stampo mafioso nell’ambito del Processo «Terramara Closed». L’uomo prima di essere trasferito in carcere ha chiesto agli agenti di poter andare in bagno.

Non vedendolo uscire gli agenti hanno aperto la porta ed hanno trovato l’uomo con i polsi tagliati. Immediata la richiesta di intervento di un’ambulanza del 118 che ha stabilizzato Sposato portandolo subito in ospedale a Polistena dove i sanitari hanno effettuato un intervento ai tendini nella divisione di ortopedia.

gazzettadelsud.it

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI