Ven. Mag 27th, 2022

Due tradizioni psichiatriche che si incontrano. Si confrontano e lavorano insieme per rendere il proprio patrimonio storico-scientifico uno strumento di sviluppo turistico e sociale. E’ questo l’obiettivo con cui l’Amministrazione Comunale di Girifalco ha partecipato al bando per il sostegno a progetti di Gemellaggi tra città e Reti di città promosso nel contesto del Programma Citizens, Equality, Rights and Values dalla Commissione Europea.

L’idea era quella di gemellarsi con una realtà che avesse in comune con Girifalco qualcosa di importante, come ad esempio la tradizione psichiatrica. E così è stato.

Pochi giorni fa l’assessore alla Cultura, Elisabetta Sestito – promotrice dell’iniziativa – ha ricevuto e dato la bella notizia: il bando è stato accolto. E Girifalco potrà gemellarsi con la città di Geel, a pochi chilometri da Bruxelles, in Belgio – conosciuta in ambito psichiatrico perché ospita un progetto antico (che va avanti da centinaia di anni) di inserimento di malati psichiatrici all’interno di famiglie cosiddette normali, chiamate “foster families”. Un traguardo importante che segna l’inizio di un percorso che porterà la storia di Girifalco oltre confine: valorizzare il passato per costruire il futuro.

“E’ per me motivo di grande soddisfazione – ha detto l’assessore comunale alla Cultura, Elisabetta Sestito – l’aver visto approvare un progetto così specifico che si pone l’obiettivo di mettere a confronto due realtà sociali così distanti tra loro eppure assimilati da una caratteristica comune: quella di essere intessuti di cultura psichiatrica e di aver fatto della psichiatria una forma privilegiata di integrazione sociale. Ora il Belgio ci aspetta e noi accoglieremo amministratori e cittadini di Geel attuando quello specifico interscambio culturale tanto apprezzato nella proposta progettuale presentata al Consiglio Europeo. Sono sicura che, insieme ai colleghi amministratori, faremo di questo progetto solo l’inizio di un lungo iter che porterà la nostra amata Girifalco un Europa”.

Facebook Comments
CHIUDI
CHIUDI