Lun. Set 26th, 2022

La “Union Siderno” nata nel 2015, sotto la passione e il sogno di Sergio Sergi e dei signori : Fuda, Romania, Aquila, Mazzone, Correale e De Leonardis, sabato giocherà la finale regionale U17 di calcio a 11 maschile contro i pari età del Rende Calcio sul terreno di giuoco del Centro Tecnico Federale di Viale Contessa Clemenza sito in Catanzaro.

Questo risultato incredibile, sudato e ricercato è frutto di un lavoro certosino che ha portato il gruppo Under 17 (Allievi Regionali) a vincere già il proprio girone e l’annesso campionato di competenza, puntando ora al massimo titolo regionale assoluto contro una compagine (Il Rende Calcio, per l’apppunto) che può vantare presenze nel professionismo, una struttura e un organigramma degno di una grande società ed una prima squadra militante nel Girone I di Serie D.

Questo aspetto deve esaltare, evidenziare e sottolineare come la programmazione, la passione, l’umiltà e l’amore verso il calcio e lo sport siano il viatico per proporre un’alternativa valida per i giovani, garantendo loro divertimento, educazione morale, etica e sociale attraverso la pratica sportiva.

Questo percorso è un percorso fatto di “làgrimas, sangre, sudor y sacrificios en la cancha” che permetterà, dopo tanti anni, ad una squadra di Siderno organizzata in maniera seria, competente, entusiasmante di poter competere per un titolo prestigioso ed importante, nonostante si tratti di calcio dilettantistico e giovanile.

Il prestigio deve essere evidenziato e narrato soprattutto se, facendo riferimento all’attuale panorama calcistico sidernese, la Union risulta la società più credibile, vera, autentica e che richiami orgoglio all’interno della città di Siderno.

Il pass per la finale è stato staccato grazie ad un filotto di vittorie consecutive nei playoff, giocando con forza, passione e determinazione, sotto la guida di Giovanni Fiorenza (storico allenatore della città di Siderno) e che sabato scorso ha trovato un 1-0 di fondamentale e logica importanza con il gol del capitano Matteo Muià nella semifinale contro l’Academy Soccer Montalto giocata sul prato del comunale di Sambiase.

I piccoli grandi eroi di questa annata sono : Aricò, Della Porta, Muià (C), Pisano, Trichilo, Condarcuri, D’Agostino, Ruso, Angì, Biancospino, Cricelli, Momo, Guttà, Scopacasa, Vescio, Prochilo, Maisano e l’anima accompagnatrice del gruppo Belcastro.

Questi ragazzi, piccolo orgoglio di una città che ha nuovamente voglia di successi e sport, con le sue categorie inferiori della Scuola Calcio Union sono guidati da uno staff tecnico appassionato e che rappresenta un mix tra esperienza e nuove idee di calcio propositivo e al passo con l’aggiornamento che il calcio ha richiesto negli anni : Sergio Sergi (creatore di questo sogno), Gaetano Mazzone, Giovanni Fiorenza (già citato), Cosimo Correale, Giuseppe Correale, Gianfranco Fimognari e Cecè Gullone. Tutti uomini che credono nella bellezza del calcio, nella sua forma originaria di formazione e nella forza di unione che lo stesso ha.

Tutta la Union Siderno sta organizzando per la trasferta a Catanzaro, in vista della finale, dei bus da riempire di amore, affetto e orgoglio, partendo dalle famiglie straordinarie di questi ragazzi, fino alla disponibilità di accogliere chiunque voglia seguire in questo ultimo atto, la straordinaria annata di una scuola calcio partita da 0 e che può dominare il calcio giovanile calabrese giocandosi tutto in una gara che comunque vada, sarà già storia. (Info : 3890413858)

Sia questa, l’occasione in cui le personalità e le istituzioni politiche e sportive più autorevoli della città di Siderno possano presenziare per dare il giusto supporto ed onore ad una squadra che ha reso e renderà orgogliosa una cittadina che negli ultimi anni ha avuto ben poche soddisfazioni sia dal punto di vista sportivo che sociale.

La Union Siderno può essere inversione di rotta, da piccolo crepuscolo può divenire stella, da stella può divenire luce.

Viva il calcio, viva la fratellanza.

Facebook Comments
Print Friendly, PDF & Email
CHIUDI
CHIUDI