Dom. Apr 14th, 2024

I vigili del fuoco, con le prime luci dell’alba, hanno ripreso le ricerche in mare di altri corpi delle vittime del naufragio del barcone carico di migranti verificatosi domenica scorsa a “Steccato” di Cutro. Mai sospese, invece, secondo l’ANSA, le ricerche in spiaggia, che abbracciano tutto il litorale crotonese e per le quali collaborano numerosi volontari.

Continua dopo la pubblicità...


IonicaClima
amaCalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Per le ricerche in mare, utilizzati un elicottero, un gommone e due moto d’acqua. L’attività di perlustrazione andrà avanti ad oltranza, salvo diverse disposizioni della Prefettura di Crotone, che coordina le ricerche alle quali partecipano unità della Guardia costiera di Crotone. Dopo il ritrovamento ieri dei corpi di due bambini le vittime accertate, al momento, del naufragio sono 70. Le persone che risultano disperse sono tra i30 ed i 50.

calabria 7

Print Friendly, PDF & Email