Mar. Apr 16th, 2024

La salma qualora non venisse disposta l’autopsia, sarà nelle prossime ore riconsegnata alla famiglia per le esequie

Continua dopo la pubblicità...


IonicaClima
amaCalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Niente autopsia, per ora, sul corpicino del bambino di 4 anni arrivato in Ospedale a Vibo con febbre alta e poi deceduto nella serata di venerdì. E’ stato eseguito oggi un esame diagnostico finalizzato ad accertare le cause del decesso. Al vaglio i ritardi che potrebbero essere stati fatali nel tentativo di salvare la vita al piccolo. Il bambino, da quanto noto, non soffriva di altre patologie.

Esami diagnostici sul corpo del bimbo morto all’Ospedale di Vibo

Sembrerebbe siano terminati gli esami diagnostici sul corpo del bimbo, che si trova attualmente nella camera mortuaria dell’Ospedale di Vibo. La salma qualora non venisse disposta l’autopsia, sarà nelle prossime ore riconsegnata alla famiglia per le esequie. A Dasà, centro delle Preserre vibonesi, dove il bimbo viveva, intanto le campane suonano a lutto. Il sindaco Raffaele Scaturchio, a nome di tutta la cittadinanza, ha espresso vicinanza alla famiglia “per la perdita di una creatura che troppo presto il Signore ha deciso di portare con sé”.

Inchiesta contro ignoti

La Procura della Repubblica di Vibo Valentia ha aperto un fascicolo d’inchiesta contro ignoti a seguito della morte del bimbo. Le indagini, sotto la supervisione del procuratore Camillo Falvo, sono coordinate dal sostituto Corrado Caputo e mirano a stabilire la presenza o meno di responsabilità nel decesso del piccolo, originario di Dasà, comune dell’Alto Mesima vibonese. Il magistrato, che ha disposto il sequestro della cartella clinica, procederà all’escussione dei familiari del piccolo nonché dei medici che hanno avuto in cura il minore tra l’arrivo al pronto soccorso a causa di una forte febbre e fino alla sua morte, avvenuta poco dopo. Al riguardo è stata per ora esclusa l’autopsia ma sono stati comunque eseguiti gli esami diagnostici. Nel frattempo, anche l’Azienda sanitaria provinciale ha avviato una indagine interna per chiarire gli aspetti della tragica vicenda che porterà all‘escussione dei medici e dei capi reparto in cui il piccolo è transitato. 

Print Friendly, PDF & Email