Ven. Feb 23rd, 2024

Il bilancio sociale del Gal “Serre Calabresi” al 31 dicembre 2022 si chiude in pareggio. È il primo dato che emerge dall’ultimo Consiglio di amministrazione. Riflette l’attività di un Gal che è particolarmente attivo nella realizzazione dei progetti. In quelli a regia diretta, vale a dire nei quale il Gal è beneficiario ed opera senza anticipazioni di cassa, si rileva che occorre attendere i tempi non proprio brevi dei rimborsi da parte della Regione, che se fossero più celeri consentirebbero di agire con maggiore dinamicità e di offrire più opportunità al territorio.

Continua dopo la pubblicità...


Calura
Testata
AmaCalabria-Banner22-23Febbraio
RistoroViandante
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Tra gli impegni prossimi del Gal “Serre Calabresi”, il presidente Marziale Battaglia, ha comunicato la partecipazione a Criseaword, un concorso finalizzato a dare risalto alla eccellenze del territorio in quattro settori: vitivinicolo, olivicolo, cerealicolo e superfood. Il primo appuntamento si terrà il 6 maggio, nell’ambito della manifestazione Nutri-Menti Expo, presso la sede del centro di ricerca Crisea a Belcastro, che lo ha organizzato in collaborazione con l’Istituto dell’Enciclopedia Treccani, con la Scuola di Alta Formazione e il Dottorato in Scienze della Vita dell’Università “Magna Graecia” di Catanzaro. Partecipano, oltre il Gal “Serre Calabresi” che è socio di Crisea e il cui presidente Marziale è consigliere di amministrazione, il Gal “Due Mari”, il Gal “Kroton” ed il Gal “Terre Locridee”. Il Gal “Serre Calabresi” sarà rappresentato da sette realtà economiche: per il settore vitivinicolo dall’Azienda agricola Bova Paolo di Amaroni e da “La Collinetta” di Merenda Nicola di Satriano; per il settore olivicolo dall’Azienda agricola Bongarzone Rocco Pietro di Vallefiorita e dall’Azienda agricola Bova Paolo di Amaroni; per il superfood da Zafferano Malaspina di Matteo Esposito di Amaroni e Catarisana di Raffaele Dolce di Santa Caterina dello Ionio; per il settore cerealicolo dalla Società agricola Mulinum di San Floro.

Tra le novità emerse ancora nell’ultimo Cda, l’approvazione del regolamento per l’utilizzo della sala conferenze. Considerato che è stato rinnovato il contratto di locazione sussistente tra il Gal “Serre Calabresi” e il Commissario straordinario per la liquidazione delle Comunità montane calabresi, per l’uso dei locali del piano terra dell’ex Comunità montana “Fossa del Lupo”, e che nel rinnovo la locazione è stata estesa anche alla sala conferenze dello stesso edificio, si è provveduto a disciplinarne la fruizione da parte di soggetti esterni. Il regolamento sarà pubblicato e consultabile sul sito istituzionale del Gruppo di azionale locale https://www.galserrecalabresi.it.

Procedono, inoltre, i progetti di cooperazione transnazionale che vedono il Gal “Serre Calabresi” impegnato in prima linea, in qualità di capofila. Nell’ambito di “Alias – Allevamento, Impatto ambientale e Trasformazione”, in rappresentanza del Gal sono in questi giorni in Spagna: la responsabile del progetto Nathalie Iofrida e i consiglieri Salvatore Sinopoli e Claudio Foti. Destinazione Castuera, comune spagnolo situato nella comunità autonoma dell’Estremadura, provincia di Badajoz, dove sono chiamati a prendere parte a diversi meeting in tema di sviluppo rurale, per il recupero della lana da scarto a risorsa, e a fare visita ad aziende del settore.

Chiaravalle Centrale, 4/5/2023

Print Friendly, PDF & Email