Sab. Apr 20th, 2024

Un altro clamoroso fallimento calcistico dell’imprenditore lametino. Dopo la telenovela amaranto, la rinuncia dei gialloblù alla Serie D

Continua dopo la pubblicità...


IonicaClima
amaCalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Prima la Reggina, adesso l’Fc Lamezia Terme. Felice Saladini fa doppietta ma più che una rete segna un doppio autogol sul piano dell’immagine personale e imprenditoriale. Reduce dalla telenovela amaranto che ha portato alla clamorosa cancellazione della Reggina dalla mappa geografica del calcio professionistico, l’imprenditore lametino si è clamorosamente ripetuto nella sua città natale dove è stato al centro di furenti polemiche dopo la creazione della nuova società denominata Fc Lamezia.

Un altro fallimento

La sua avventura a capo del club gialloblù, che puntava a riunire sotto due colori l’intero calcio lametino con l’ambizioso obiettivo di cancellare la storica rivalità tra Vigor Lamezia e Sambiase (oggi in Eccellenza), è durata meno di quanto preventivabile. Playoff falliti la scorsa stagione e, adesso, il ritiro anticipato dal campionato. Non un fulmine a ciel sereno visto che i segnali stavano giungendo da ogni parte: l’addio ufficiale del cugino e socio Ferraro, l’esonero di Vanzetto per i pessimi risultati ottenuti, poi le dimissioni celate del nuovo allenatore Marra e quelle comunicate ieri del direttore sportive Maglia lasciato solo a bordo di una nave alle prese con un naufragio preannunciato nonostante i proclami estivi.

Un’altra farsa

Ufficialmente Saladini non c’era più e ora a non esserci più è la sua prima creatura calcistica: l’Fc Lamezia. Il secondo fallimento dopo quello della Reggina, oggi in Serie D con altra denominazione e un’altra proprietà. Due tifoserie sedotte, illuse e bidonate. Un campionato falsato, quello di Serie D. Il girone I non sarà più lo stesso. L’addio dei gialloblù è destinato infatti a cambiare la classifica. Da Reggio a Lamezia, stessa storia, epilogo simile. Un’altra farsa è compiuta. 

Print Friendly, PDF & Email