Lun. Apr 15th, 2024

Adesso bisogna lavorare nella locride per potenziare l’offerta di servizi

Continua dopo la pubblicità...


IonicaClima
amaCalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

“Ieri un giorno davvero importante per la Calabria e soprattutto per Reggio Calabria, direi storico.  Ho avuto l’onore e il piacere di partecipare alla conferenza stampa che si è tenuta sulla terrazza del Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria. Insieme al presidente della Regione Calabria Roberto Occhiuto e a Marco Franchini, presidente della Sacal, era presente soprattutto il Ceo di Ryanair Eddie Wilson che  ha annunciato il piano operativo della compagnia low cost  per l’estate 2024. In particolare, grande novità,  il lancio di una nuova base, per oltre 100 milioni di dollari di investimento, proprio a Reggio Calabria, e in totale 10 nuove rotte a potenziare  gli aeroporti calabresi di Lamezia Terme, Crotone e finalmente anche  il Tito Minniti”. Ha commentato cosi l’appuntamento Vincenzo Mazzaferro, membro del coordinamento provinciale di Forza Italia.Il consigliere comunale ha anche sottolineato come “l’espansione in Calabria dì Ryanair segna l’inizio di una strategia di crescita a lungo termine concordata con il presidente Roberto Occhiuto. Obiettivo quello di posizionare la nostra regione tra le mete più importanti e richieste in Europa, incrementando cosi il turismo ma anche la possibilità di spostamenti per tutti i calabresi. Inoltre la compagnia low cost con la sua presenza creerà chiaramente nuovi posti di lavoro. L’approdo a Reggio Calabria della compagnia Ryanair dimostra ancora una volta il lavoro del presidente Roberto Occhiuto e dell’Onorevole Francesco Cannizzaro, che lontano dai riflettori sono riusciti a concretizzare questa nuova operazione che può davvero rappresentare un punto di svolta per tutto il territorio”.

Infine il coordinatore territoriale di Forza Italia per Gioiosa Ionica ha concluso ribadendo “che tutta la fascia jonica reggina deve ora mettersi alacremente al lavoro per garantire un’offerta di servizi adeguata ed integrata.   Non ci sono più scuse, serve immediatamente una visione strategica e una consapevolezza del patrimonio turistico”.

Print Friendly, PDF & Email