Mer. Giu 19th, 2024

Un Viaggio Creativo nell’Esperienza Artistica: Coinvolgimento degli Studenti attraverso Immagini e Sensazioni all’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria

Continua dopo la pubblicità...


JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Un interessante seminario all’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria per coinvolgere gli studenti in un racconto di immagini e sensazioni. Si svolgerà il 9 e 10 Aprile presso l’aula Magna della scuola, il seminario di Studio Azzurro diretto da Fabio Cirifino, a cura dei docenti di Progettazione Multimediale Matilde De Feo e di Teoria e Tecnica dei Mass Media Gennaro Venanzi. 

All’atteso evento, parteciperanno anche il direttore dell’AbaRC Piero Sacchetti e il docente di Fenomenologia delle Arti Contemporanee Gabriele Romeo. A esattamente quarant’anni dalla nascita de “Il Nuotatore”, Studio Azzurro, grazie alla disponibilità di Fabio Cirifino, sarà ospite all’Accademia delle Belle Arti per un seminario di dodici ore distribuito su due giorni (dalle ore 8:30 alle 14:30) finalizzato alla conoscenza storica e, soprattutto, metodologica del collettivo di artisti. 

Dalla fine degli anni Settanta,  l’Italia è protagonista di progetti originali e significativi che definiscono la sperimentazione video. 

La videoarte nasce da forme complesse di ibridazione attraverso la declinazione innovativa del medium video, in un respiro internazionale caratterizzato dalle nuove estetiche emerse con la body art, l’arte ambientale, la musica sperimentale e le nuove forme di teatro e danza. 

In questo humus favorevole, emerge il lavoro di Studio Azzurro con una forza innovativa e dirompente. 

Il collettivo di artisti, fondato a Milano nel 1982 da Paolo Rosa, Fabio Cirifino e Leonardo Sangiorgi, esplora, in maniera crossmediale, tutte le possibilità connesse al video e alle nuove tecnologie: dal teatro al cinema, passando per videoambienti e gli ambienti sensibili, è paradigmatico il carattere narrativo ma fortemente evocativo dell’uso del video, così come l’interattività socializzante. 

Le opere di Studio Azzurro trovano nei musei, nelle gallerie e nelle principali istituzioni internazionali una grande accoglienza, favorita dall’evoluzione delle tecnologie digitali.

Print Friendly, PDF & Email