Lun. Giu 17th, 2024

Con una nota indirizzata alla prima cittadina cauloniese, la triade moderata della maggioranza, scrive:

Continua dopo la pubblicità...


JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Siamo giunti a pochi mesi dalla scadenza del mandato istituzionale dell’amministrazione Belcastro. Come accade ormai di consueto, in prossimità delle elezioni comunali nuove-vecchie coalizioni emergono per proporsi come alternativa all’amministrazione uscente.
Notiamo con rammarico che, a differenza degli anni passati, oggi prevale un impoverimento sia dei contenuti che dei pensieri critici che vorrebbero essere l’alternativa “possibile”.
Arrivati alla scadenza del nostro mandato sentiamo dunque il dovere di fare una riflessione politica generale nonché un bilancio del nostro operato.
Oggi si tende a rappresentare chi governa sempre come il cattivo.
Anche l’amministrazione di cui facciamo parte non si sottrae a queste considerazioni semplicistiche e sempre più spesso si sente da più parti affermare che non si è fatto nulla di buono.
I critici di professione, inoltre, omettono sempre di fare un minimo di analisi obiettiva delle gravi problematiche che un amministratore (qualunque amministratore) si trova ad affrontare durante il proprio mandato.
Questa amministrazione ha dovuto immediatamente fare i conti con un bilancio dissestato, con pochissime risorse disponibili e, nonostante ciò, è riuscita a seminare qualcosa, tracciando un percorso che sarà certamente più agevole per coloro che governeranno in futuro.

Cinque anni fa, in una situazione di emergenza, ci siamo riuniti per cercare di affrontare al meglio i problemi più urgenti e per frenare la deriva populista che stava pericolosamente avanzando nel paese, riuscendo a trarre il meglio che si poteva con le risorse che c’erano disposizione.
Perciò ci opporremo sempre con forza ad ogni strumentalizzazione elettorale che volesse ridurre il nostro operato ad uno sterile slogan “non hanno fatto niente”.
È altrettanto vero, purtroppo, che moltissimi problemi sono rimasti inevasi e alcuni progetti sono rimasti nel cassetto.

Oggi la spinta propulsiva dell’amministrazione Belcastro, può dirsi esaurita.

Dopo questa esperienza ci sentiamo di dire che ogni amministratore, di maggioranza o di minoranza che sia, alla lunga si trova risucchiato in un vortice di emergenze, di problemi grandi e piccoli, di aspettative anche superiori alle competenze, che rischia di soggiogarne le buone intenzioni e, quando poi ci si sente soli e stanchi, a mollare.
Per impedire simili cedimenti riteniamo quindi necessario che a parlare sia ancora una volta la Politica.

Ecco perché serve la Politica, quella vera. Anche nel nostro piccolo e glorioso borgo.
In quest’ottica non possiamo che salutare con piacere l’elezione del nostro giovane concittadino Salvatore Cirillo alla carica di consigliere regionale.
Riteniamo che darà nuova linfa alle speranze dei cauloniesi e saprà sottrarsi ai vecchi metodi di fare politica nel nostro paese.
È quindi necessario lavorare alla costruzione di un nuovo progetto che tenga nella dovuta considerazione la volontà della maggioranza dell’elettorato cauloniese che si è espresso nelle recenti elezioni regionali.
Non si può fare finta di non vedere cosa la comunità ci ha indicato.
Servono nuove idee e soprattutto nuove risorse umane che possono dare nuova linfa per la costruzione di un progetto vincente per il paese.
Ci appelliamo perciò alla comunità cauloniese più volenterosa perché si proceda alla costruzione di un nuovo contenitore politico che possa unire le personalità più altruiste e generose, che riconosca lo sforzo dell’attuale amministrazione così come di quelle precedenti, consapevoli che tanto è stato fatto ma molto ancora c’è da fare.
Convinti come siamo che una comunità ricca di storia, di identità e di valori abbia bisogno di essere amministrata da politici animati da passione e vocazione, da politici cioè che sappiano ricorrere anche in determinati contesti alle leggi del cuore.

Il presidente del consiglio Caterina Panetta
Il vicesindaco Domenico Campisi
 L’assessore Maria Grazia Dimasi

Print Friendly, PDF & Email