Mer. Giu 19th, 2024

Succede di tutto al Ceravolo nella semifinale d’andata: gli ospiti si portano sul 2-0 ma gli uomini di Vivarini rimontano. Sabato allo Zini la gara di ritorno

Continua dopo la pubblicità...


JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Il Catanzaro subisce e rischia il ko. Poi si rialza, ancora una volta, e sfiora un successo clamoroso al fotofinish. Al Ceravolo, l’andata della semifinale playoff con la Cremonese termina 2-2. Tsadjout e Ciofani portano i grigiorossi sul doppio vantaggio, Biasci e Brignola pareggiano i conti. Nel finale, Donnarumma non completa la rimonta per un niente. Per il ritorno di sabato sera allo Zini resta tutto aperto, ma Stroppa potrà sfruttare il doppio risultato a favore grazie al miglior piazzamento nella regular season. 

APRE TSADJOUT

—  

La parola chiave dei primi minuti è “intensità”. E al Ceravolo la mette subito in campo la Cremonese, che passa intorno al quarto d’ora. Sugli sviluppi di un corner dalla destra, Vazquez colpisce la traversa con un sinistro a giro, deviato da Scognamillo: il pallone finisce a Tsadjout, che appoggia in rete da due passi. La notizia è che si tratta del primo gol stagionale nei confronti tra le due squadre. La reazione del Catanzaro è però immediata e passa soprattutto dai guizzi di Vandeputte, il più ispirato tra gli uomini di Vivarini. A un soffio dall’intervallo, è lui a pescare Iemmello con un calcio d’angolo preciso, ma il colpo di testa dell’attaccante viene murato dalla difesa. 

RIMONTA CATANZARO

—  

Fuochi d’artificio in avvio di ripresa. Il Catanzaro prova a farsi vedere dalle parti di Saro, ma i grigiorossi passano al primo affondo con Ciofani. Al 50’, la splendida torsione dell’attaccante sul cross di Zanimacchia vale un raddoppio che complica i piani dei calabresi. I padroni di casa non ci stanno e accorciano le distanze pochi secondi dopo con il capolavoro di Biasci, che sfrutta l’assist di Sounas per piazzare il destro a giro all’incrocio. I cambi movimentano la gara e con uno di questi Vivarini pesca il jolly. L’uomo decisivo è ancora Brignola, che tre giorni dopo la rete contro il Brescia riporta tutto in equilibrio al 68’: Oliveri crossa in mezzo, Iemmello tocca con il destro e l’attaccante appoggia in rete un pareggio facile facile. La squadra di Vivarini ha più benzina nel finale e per poco non pesca dalla panchina anche il match point: all’81’ è il super intervento di Saro, con il piede, a salvare il risultato a tu per tu con Donnarumma. E ancora l’attaccante, entrato pochi minuti prima al posto di Biasci, centra il palo nell’azione successiva. Per un posto in finale, tutto rimandato a sabato.

Print Friendly, PDF & Email