Mar. Giu 25th, 2024

Il mondo del pallone è denso di curiosità divertenti che riguardano la scaramanzia, ma anche di aneddoti e leggende che spesso sono particolarmente utili nelle scommesse sportive sulle migliori squadre al mondo, così come per i club in costante lotta per macinare punti o vittorie utili. Statistica e riti apotropaici possiedono un legame misterioso e soltanto apparentemente antitetico, in realtà spesso queste due dimensioni sono molto legate fra loro.

Continua dopo la pubblicità...


JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Non mancano le curiosità statistiche sui migliori bomber di tutti i tempi, così come la supremazia di due allenatori italiani che hanno scritto la storia di questo sport in ambito UEFA e FIFA. Chi sono? Lo scopriremo molto presto, cominciamo subito con qualche curiosità scaramantica divertente e le fantastiche avventure di Allegri, Ronaldinho e Galliani ai tempi del Milan.

Perché i calciatori urlano Kiricocho prima di un rigore?

Durante i calci di rigore della finale Inghilterra – Italia di Euro 2020 Giorgio Chiellini urlò Karicocho prima del rigore decisivo di Saka, che sbagliò regalando la coppa agli Azzurri. La leggenda risale al 1982 quando un tifoso dell’Estudiantes di nome Karicocho, aveva la nominata di portare sfortuna perché quando assisteva agli allenamenti del club argentino qualche calciatore si infortunava sempre.

L’allenatore Bilardo ebbe l’intuizione di mandare il tifoso ad assistere gli allenamenti degli avversari: il risultato? L’Estudiantes vinse il campionato e perse soltanto contro il Boca Juniors, squadra che non era stata “visionata” da Karicocho. Anche Lautaro Martinez ha pronunciato le fatidiche parole con l’Inter e gli avversari hanno sbagliato il rigore.

Le fantastiche avventure di Allegri, Ronaldinho e Galliani ai tempi del Milan

Nel 2011 Massimiliano Allegri vinse lo scudetto con il Milan e in quella rosa c’era anche Ronaldinho. Nella sua autobiografia Galliani ha raccontato che Allegri lo chiamava ogni giorno lamentandosi che il campione del mondo brasiliano arrivasse agli allenamenti sempre in ritardo.

Un giorno Allegri sbotta “oggi è arrivato puntuale, ho perso la pazienza!”, e Galliani “ma come, non sei contento?”, e il mister “sì, ma è arrivato in allenamento direttamente dalla discoteca!”.

Davids e le partite nei campi di periferia

Zidane ha raccontato che quando giocava con Davids nella Juve, dopo l’allenamento andavano via insieme in auto e il campione olandese non appena vedeva un campo dove giocavano gli immigrati trascinava anche il campione del mondo francese a fare una partitella, ripetendo a Zidane: è per loro che dobbiamo giocare.

Chi sono i migliori bomber italiani in Champions?

Entriamo a gamba tesa nel mondo delle statistiche con una curiosità tra le curiosità, perché se tra i migliori bomber all time in Champions per gol segnati compresa la fase dei preliminari dominano la classifica CR7 con 141 reti e Messi con 129 gol, mentre tra i migliori goleador italiani di tutti i tempi ci sono due campioni del mondo 2006: e non poteva essere altrimenti.

Il bomber italiano più forte di tutti i tempi in Champions si trova alla decima posizione ed è Filippo Inzaghi con 50 gol segnati dal 1997 al 2012: 17 con la Juve e 33 con il Milan. Oltre alla Coppa del Mondo nel 2006, Superpippo ha vinto due volte la Champions con il Diavolo nel 2003 e nel 2007, partecipando anche alla disfatta del 2005 nella finale contro il Liverpool.

Alla sedicesima posizione c’è Alessandro Del Piero con 44 gol, tutti segnati con la maglia della Juventus dal 1995 al 2009.

I Club più vincenti in Champions nella classifica all time

Il Real Madrid domina la classifica all time dei titoli Champions con 14 vittorie, segue il Milan al secondo posto con 7 coppe dalle grandi orecchie. Al terzo posto ci sono Bayern Monaco e Liverpool con 6 trionfi, stando ai dati aggiornati nel 2023.

Ancelotti e Vittorio Pozzo: Made in Italy da record

Questi due allenatori italiani possiedono due record irraggiungibili, perché Vittorio Pozzo è stato l’unico allenatore capace di vincere due mondiali, nel 1934 e nel 1938 con gli Azzurri, primato ancora oggi assoluto.

Mentre Carlo Ancelotti non solo è l’unico allenatore che possiede in bacheca 4 Champions, ma è riuscito a vincere il titolo in tutti i campionati europei più prestigiosi: Serie A, Premier, Bundesliga, Ligue 1 e Liga spagnola.

I migliori bomber di Serie A nella classifica all time

Tra le leggende del calcio italiano spiccano nella classifica all time per numero di gol segnati in Serie A Silvio Piola e Francesco Totti, rispettivamente con 274 e 250 gol in carriera. Il numero 10 Giallorosso detiene il record assoluto di gol segnati in una sola squadra: la Roma.

Print Friendly, PDF & Email