Mar. Giu 25th, 2024

Dal Vangelo secondo Marco

Continua dopo la pubblicità...


JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Mc 10, 46-52

In quel tempo, mentre Gesù partiva da Gèrico insieme ai suoi discepoli e a molta folla, il figlio di Timèo, Bartimèo, che era cieco, sedeva lungo la strada a mendicare. Sentendo che era Gesù Nazareno, cominciò a gridare e a dire: «Figlio di Davide, Gesù, abbi pietà di me!».Molti lo rimproveravano perché tacesse, ma egli gridava ancora più forte: «Figlio di Davide, abbi pietà di me!».Gesù si fermò e disse: «Chiamatelo!». Chiamarono il cieco, dicendogli: «Coraggio! Àlzati, ti chiama!». Egli, gettato via il suo mantello, balzò in piedi e venne da Gesù.Allora Gesù gli disse: «Che cosa vuoi che io faccia per te?». E il cieco gli rispose: «Rabbunì, che io veda di nuovo!». E Gesù gli disse: «Va’, la tua fede ti ha salvato». E subito vide di nuovo e lo seguiva lungo la strada.

Parola del Signore!

Gesù si fermò e disse: «Chiamatelo!».Questa mattina è un Gesù che si ferma, così come lo ha già fatto e come continuerà a farlo. Ma cosa significa fermarsi per Gesù? Significa che la sua vita non si svolge solo per sé stesso, per le troppe cose che ha da fare, per raggiugere i suoi obiettivi costi quel che costi, sbrigarsi perché oggi ha tante cose da fare. Fermarsi per Gesù gli è necessario perché l’altro viene prima di ogni altra cosa da fare. L’altro è il riferimento primario della propria esistenza. L’altro fa parte del suo respiro. E chiaramente non è un fermarsi per scattare una foto o farsi un selfie o vedere come va a finire è un fermarsi per meglio incontrare chi lo chiama e agire per lui. E così, a sua volta, Gesù lo chiama e ogni volta che Gesù chiama ti tira fuori dalla tua condizione di disagio e ti ridona la possibilità di ricominciare. Oggi per chi ti fermerai?

Fidati di Dio, lui si fida di te

Print Friendly, PDF & Email