Mar. Giu 18th, 2024

Anche la musica è stata protagonista del festival grazie a Sasà Calabrese e Chiara Troiano

Continua dopo la pubblicità...


JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Creatività e Moda protagoniste del “Fashion Day”, nuovo appuntamento organizzato nell’ambito della seconda edizione di “RaccontArti”, il festival delle arti e dei mestieri che porta e racconta l’artigianato, organizzato da Confartigianato Imprese Calabria, in collaborazione con il Movimento Donne Impresa e le strutture territoriali di Confartigianato, il sostegno economico di Ancos di Confartigianato Persone, e il patrocinio del Comune di Catanzaro.

La bellezza e il genio degli artigiani calabresi oggi alle 18.30 si sposta dalla sede dell’ex Stac – in piazza Matteotti – al Complesso Monumentale del San Giovanni per una raffinata ed elegante sfilata di moda: abiti, gioielli e accessori in mostra per esaltare le eccellenze del settore dell’artigianato calabrese in un settore in cui le nostre imprese si stanno affermando in maniera decisa.

La sfilata è organizzata da Confartigianato Imprese Calabria in collaborazione con la Moema Academy.

Partecipano aziende già affermate nel settore moda, ma anche tanti giovanissimi creativi che non hanno temuto la sfida di formarsi e avviare la propria realtà produttiva nella nostra terra.

“È soprattutto loro che vogliamo sostenere ed è importante, per questo, la presenza di un bel pubblico che sappia incoraggiare il loro entusiasmo e la loro caparbietà – affermano gli organizzatori -. Ci piace l’idea di una Catanzaro capoluogo che sappia essere volano per la promozione di un settore, come quello della moda, in cui il sud Italia non può e non deve rimanere in secondo piano”.

In passerella stilisti e designer calabresi: per le creazioni, Luigia Granata (presidente del settore Moda di Confartigianato Calabria); Moema Academy di Giada falcone (vice presidente regionale del Movimento Donne Impresa), Martina Sicilia, Rocco Vitaliano; per gli accessori, Officine Preziosi di Attilio Benincasa, Adele Murace Gioielli, Barbara Bijoiux, Bottega Madi di Shamila Campisano.

Ma “RaccontArti” è armonia di forme, creatività e bellezza in tutte le declinazioni: nella settimana dedicata alla musica, dopo il concerto di Sasà Calabrese al Supercinema di Catanzaro, ieri pomeriggio è stata la volta di un altro “caldo momento” negli spazi all’ex Stac.

E’ continuato con Chiara Troiano, pianista raffinata e compositrice catanzarese, il viaggio attraverso le mani e le anime preziose della nostra terra, in questo caso giovani mani catanzaresi che accarezzeranno abilmente i tasti del pianoforte Serra (che ricordiamo essere prodotto artigianalmente a Luzzi, in provincia di Cosenza) per farlo vibrare di accattivanti note.

Chiara ha riempito di note la sala ex Stac suonando suoi brani originali accompagnando i visitatori degli stand degli artigiani. Il pianoforte Serra ha preso vita grazie alla giovane artista che ha regalato il suo Piccolo Concerto con in scaletta colonne sonore composte dalla stessa pianista tra cui Quieto, Costante, Continuo, brano di qualche anno fa realizzato per un cortometraggio che tratta il tema della violenza di genere. Il concerto, inizialmente previsto di circa 30 minuti, è durato quasi il doppio visto l’interesse del pubblico. Tra i presenti, anche il sindaco Nicola Fiorita.

Mercoledì, invece, protagonista di una serata di musica straordinaria è stato Sasà Calabrese, il carismatico ed inarrestabile musicista calabrese (…di nome e di fatto!), che nel corso della sua carriera ha accompagnato oltre a grandi jazzisti e bluesman del panorama nazionale ed internazionale (da Eric Daniel a Dan Kinzelman, da Gegè Telesforo a Joe Amoruso), artisti del calibro di Anna Mazzamauro, Roy Paci, Gegè Telesforo, Rossana Casale, Mario Venuti. Calabrese si definisce un autodidatta ma è uno che ha studiato tanto per realizzare quello che amava fare. Polistrumentista, cantante, autore di decine di brani, ha progressivamente integrato la crescita teorica e strumentale stando a contatto con molteplici figure di rilievo del mondo jazzistico e partecipando a vari stage, seminari e Master Class. E’Vincitore del Premio Marco Tamburini 2016; Finalista Premio Fabrizio De Andrè 2017| Sezione Calabria; Vincitore del Premio Nazionale Musica D’autore BitontoSuite 2019; Finalista Targa Tenco 2019| Sezione Opera Prima.

“Il regalo lo faccio a me, ogni qualvolta ho l’occasione di suonare le mie canzoni, di leggere i miei testi, i miei stralci di racconti”, aveva avuto modo di affermare sui social presentando il concerto tenuto assieme a Fabio Guagliardi (Piano) e Tarcisio Molinaro (Percussioni).

Appuntamento, quindi, oggi alle 18.30 al Complesso Monumentale San Giovanni: in passerella la bellezza e la creatività made in Calabria.

Print Friendly, PDF & Email