Ven. Giu 14th, 2024

Dichiarazioni di Lo Schiavo: “Altri Scali Finanziati, Mancato Investimento nel Vibonese”

Continua dopo la pubblicità...


JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow


Nessun investimento sul porto di Vibo Marina nell’ambito del Fondo di Sviluppo e Coesione emerge chiaramente dalla delibera di giunta n. 83 del 4 marzo. Al contrario, sono previsti finanziamenti per altri porti della Calabria, tra cui 1 milione e 200mila euro per quello di Cetraro, 5 milioni e 920mila euro per quello di Diamante, 20 milioni per il porto di Paola e 6 milioni e 300mila euro per il porto di Catanzaro Lido. Il porto di Vibo Marina, invece, è stato completamente escluso dall’assegnazione dei fondi.

Queste dichiarazioni sono state rilasciate dal consigliere regionale Antonio Lo Schiavo, presidente del Gruppo misto – Liberamente progressisti, in merito all’esclusione del porto di Vibo dai finanziamenti dell’Accordo per lo Sviluppo e la Coesione della Regione Calabria, stipulato il 16 febbraio 2024.

“La somma complessiva del Fondo di Sviluppo e Coesione assegnata alla Regione Calabria è di quasi tre miliardi di euro, precisamente 2.863.063.355,70 euro, con circa 33 milioni destinati alla portualità”, afferma Lo Schiavo. “Nell’audizione in Commissione Bilancio dello scorso 23 gennaio, chiesi delucidazioni al dirigente generale del Dipartimento programmazione unitaria, Maurizio Nicolai, riguardo alle risorse destinate alla portualità e alla logistica, con particolare focus sul porto di Vibo Marina. Tuttavia, il dirigente escluse qualsiasi intervento sui porti, citando criticità legate alla tempistica di realizzazione delle opere a mare, che talvolta richiedono anche decenni, incompatibili con gli strumenti di programmazione. Tuttavia, la delibera di giunta presenta interventi significativi per altri porti, mentre il porto di Vibo Marina è ancora una volta ignorato, penalizzato da scelte che sembrano privilegiare altre località.”

In conclusione, la situazione evidenzia un’iniquità nella distribuzione dei fondi regionali, con il porto di Vibo Marina privato di risorse cruciali per il suo sviluppo e la sua competitività nel panorama portuale calabrese.

Print Friendly, PDF & Email