Dom. Giu 16th, 2024

Come anticipato nei giorni scorsi da Domenico Latino sulle pagine della Gazzetta del Sud, all’alba di ieri è arrivata al porto di Gioia Tauro ed è stata ormeggiata la portacontainer di ultima generazione “Msc Rose”, entrata recentemente in attività nel servizio “Dragon” tra il Far East e il Mediterraneo, che mette dunque in relazione porti asiatici e mediterranei, alcuni dei quali anche italiani (oggi via Capo di Buona Speranza, per via della crisi del Mar Rosso), contrassegnato con il viaggio “FD 404 W”, con il suo primo Maiden call (scalo inaugurale).

Continua dopo la pubblicità...


JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

L’imbarcazione, un vero e proprio gigante del mare, avente lunghezza fuori tutto di 364 metri e larghezza fuori ossatura di 51 metri, con un carico molto “pesante”, con il suo pescaggio di ben 16 metri

Questo scalo, oltre ad essere il primo viaggio di una nave di recentissima costruzione, corrisponde anche al primo approdo a Gioia Tauro di una unità che potrà alimentare i motori di propulsione sia con il tradizionale Mgo Marine gas che con il Gnl, gas naturale liquefatto.

Print Friendly, PDF & Email