Mar. Giu 18th, 2024

Ministro leghista critica i meridionali invece di discutere finanziamento dei Lep: Reazione indignata dei consiglieri regionali dem.

Continua dopo la pubblicità...


JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Le esternazioni del ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Roberto Calderoli, al termine della prima fase di audizioni svolte in Commissione Affari Costituzionali alla Camera, suscitano indignazione. Invece di illustrare dettagliatamente le modalità di finanziamento dei Lep, il ministro sembra nervoso e si lascia andare a improperi contro i napoletani e i meridionali in generale. Questo è quanto denunciano i consiglieri regionali del gruppo Pd. Non solo si è scagliato contro i partecipanti alle audizioni, definendoli “professoroni” e accusandoli di “analfabetismo costituzionale”, ma sembra anche nascondersi dietro l’arroganza e le offese anziché affrontare il merito del provvedimento in discussione. Il gruppo Pd alla Regione si impegna a continuare l’opposizione per bloccare una riforma considerata sbagliata e dannosa per il Mezzogiorno, chiamando nuovamente il governatore Occhiuto al confronto in Consiglio. Si annuncia la presentazione di una mozione per fermare una riforma che minaccia il futuro della Calabria e dell’intero Sud Italia, invitando il centrodestra a dimostrare la sua competenza e autorevolezza.

Print Friendly, PDF & Email