Mer. Giu 19th, 2024

Il Fragoroso Addio di Katya Gentile e i Rapporti Complicati con il Centrodestra Calabrese

Continua dopo la pubblicità...


JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Un terremoto politico sta ridisegnando la storia del centrodestra calabrese, con particolare attenzione su Forza Italia. L’addio polemico di Katya Gentile, figura di spicco del partito, fa eco nelle cronache e promette di influenzare l’ardua campagna elettorale in Calabria.

La famiglia Gentile, una dinastia politica da almeno 50 anni, ha sempre giocato un ruolo di rilievo nella regione. Katya è la figlia di Pino Gentile, già sindaco di Cosenza e detentore di altre cariche di vertice alla Regione Calabria. Inoltre, è la nipote di Tonino Gentile, pluriparlamentare e ex esponente di governo. La loro storia politica ha attraversato diverse fasi, dal socialismo all’adesione al progetto di Forza Italia di Silvio Berlusconi.

I rapporti dei Gentile con Forza Italia non sono stati sempre lineari. Nel corso degli anni, hanno vissuto un continuo “saliscendi”, spesso incrociandosi con altre dinastie politiche calabresi. Ad esempio, i rapporti con i fratelli Mario e Roberto Occhiuto sono stati altalenanti: amici, nemici, e poi di nuovo amici. Nel passato, i Gentile hanno persino ispirato la “cacciata” di Roberto Occhiuto da Forza Italia.

Ora, con l’addio di Katya Gentile e la sua destinazione verso la Lega, la fronda anti-Salvini si fa sentire. La politica calabrese è in fermento, e il futuro del centrodestra nella regione è incerto. Sarà interessante vedere come si evolveranno gli eventi nei prossimi giorni e come i Gentile continueranno a influenzare la scena politica calabrese

Print Friendly, PDF & Email