Mer. Giu 19th, 2024

Sette comuni sono sprovvisti di impianti e 26 sono senza autorizzazioni allo scarico per gravi irregolarità. La Provincia di Vibo ha avviato l’iter sanzionatorio

Continua dopo la pubblicità...


JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Dopo l’inchiesta “Scirocco” della Procura antimafia di Catanzaro, che ha portato a arresti e sequestri di impianti di depurazione, emergono le criticità nel ciclo depurativo della provincia di Vibo Valentia. Alcuni comuni risultano privi di depuratori, con incertezza sullo smaltimento dei liquami fognari. Altri hanno irregolarità nelle analisi delle acque reflue. La situazione è preoccupante, con impianti obsoleti e sotto sequestro, e depuratori mai entrati in funzione nonostante milioni di euro investiti. Le spiagge della Costa degli Dei sono state colpite da mare inquinato nella scorsa estate, suscitando proteste tra i turisti. Gli operatori turistici chiedono controlli più severi e sanzioni per le amministrazioni inadempienti, al fine di preservare l’ecosistema marino.

Print Friendly, PDF & Email