Lun. Giu 17th, 2024

L’imprenditore romagnolo Gianluca Spadoni leader di EVOLUTION FORUM BUSINESS SCHOOL rivolge il proprio appello a Giorgia Meloni e a tutta la politica: «Mi dichiaro pronto a formare i migranti che sbarcano in Italia o prima ancora nei loro paesi di origine per inserirli nel mondo del lavoro». Queste sono le parole di Gianluca Spadoni che si dichiara disposto a dare un supporto in un momento politicamente particolare. Solo nel 2023 c’è stato un vero e proprio boom degli sbarchi in particolare a Lampedusa, Augusta, Catania, Reggio Calabria, Crotone, Roccella Jonica, Brindisi, Taranto, Cagliari, per un totale di oltre 100.000 dal 1° gennaio, che equivale al doppio rispetto allo scorso anno. Di contro, Confindustria, agricoltori e Pmi denunciano la cronica mancanza di manodopera   che mette a rischio le loro imprese.
L’imprenditore romagnolo commenta così la sua idea a poche ore dalle decisioni del Governo riguardo i migranti: «Sono disponibile a formare gruppi selezionati di queste persone anche eventualmente sul campo e nei loro Paesi a condizione che questi programmi formativi siano fatti a sostegno delle aziende dei vari settori economici che si dovessero occupare della formazione tecnica (hard skill) necessaria per i loro settori di attività. Sarei disposto a costruire un impianto formativo con le aziende. Mi occupo di soft skill quindi lavoro sulla mentalità ma poi c’è la formazione pratica e se ci servono delle persone che devono lavorare in agricoltura certo, le possiamo formare sull’atteggiamento mentale, ma poi bisogna insegnare loro a guidare un trattore, a usare un irrigatore, a potare le viti, a curare gli alberi da frutto, a mungere le mucche, a seminare e via dicendo. Se in Italia queste cose non le vogliono più fare allora dobbiamo insegnarle e con l’intervento delle aziende dei settori interessati si può contribuire ad affrontare in modo positivo ed efficace il tema dell’emigrazione ma allo stesso tempo usciremmo da quell’enorme paradosso secondo cui abbiamo imprese che potrebbero lavorare ma non trovano il personale. Sono convinto – continua Spadoni – che troveremmo grandi adesioni. Sarebbe un ottimo effetto leva perché con qualche milione di euro di finanziamento da parte dello Stato le aziende manderebbero le loro competenze per poi assumere dei talenti, un modo assolutamente meraviglioso di fare scouting. È evidente che la complessità di realizzare queste attività formative nei vari Paesi interessati dai noti e rilevanti fenomeni emigrativi richiede interventi essenziali da parte delle nostre competenti Autorità pubbliche per creare le necessarie condizioni operative. Sarebbe una sorta di “vivaio”, come fa per esempio il Barcellona che fa scuola calcio in Italia e viene a cercare i bambini di 6/8 anni: dobbiamo andare in quelle zone in cui sappiamo esistere un flusso migratorio dato da condizioni geopolitiche che non dipendono da noi e, visto che prima o poi verranno da noi, gli dobbiamo insegnare un mestiere così che quando arrivano sappiamo che hanno imparato una professione», conclude Gianluca Spadoni.

Continua dopo la pubblicità...


JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Print Friendly, PDF & Email