Lun. Giu 17th, 2024

Il governatore: “Vista anche l’emergenza delle ultime settimane è il tempo della responsabilità da parte di tutti i territori”

Continua dopo la pubblicità...


JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

“Se il governo vorrà aprire uno di questi Cpr in Calabria non mi opporrò, e mi auguro che anche nel resto del Paese nessuno si tiri indietro. Così come l’Italia chiede agli altri Paesi europei una condivisione nella gestione dell’emergenza, anche da noi occorre che tutte le Regioni facciano la propria parte senza scaricare il peso di questa crisi solo sui territori di frontiera”.

Sono le parole del presidente della Regione Calabria, Roberto Occhiuto che aggiunge: “La Calabria, come anche la Sicilia, regioni di frontiera dell’Italia sul Mediterraneo, affronta da tempo, e in modo particolare negli ultimi due anni, i sempre più costanti flussi di migranti che arrivano nel nostro paese. E lo ha fatto sempre con grande senso di responsabilità e con sana solidarietà, grazie alla generosità dei nostri sindaci e delle comunità locali”.

“Giudico positivamente – afferma Occhiuto – le decisioni sull’immigrazione che sta assumendo il governo, contenute all’interno di una cornice europea, per regolare l’accoglienza ma anche per estendere la possibilità di permanenza fino a 18 mesi per procedere con il rimpatrio di coloro che non hanno diritto alla protezione internazionale. Ma questo, vista anche l’emergenza delle ultime settimane – conclude – è il tempo della responsabilità da parte di tutti i territori”.

Print Friendly, PDF & Email