Lun. Giu 17th, 2024

Una scia di brillantezza e glamour ha attraversato il firmamento di Lungro, donando nuova vita e slancio alla trentaduesima tappa di Miss Italia Calabria.

Continua dopo la pubblicità...


JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

La pittoresca cittadina di Lungro è stata il palcoscenico di un evento indimenticabile, in cui l’eleganza e la bellezza si sono fusi in un mix irresistibile. È stata Anna Maria Andronache a indossare l’ambita fascia di Miss Framesi Calabria 2023, conquistando il biglietto d’ingresso per le prefinali di Miss Italia. A salire sul secondo gradino del podio è stata Greta Rago, mentre Ilaria Logullo si è classificata terza.

Il cielo di Lungro si è illuminato di luccichii e brillantezza. Le aspiranti reginette hanno sfilato in abiti da sogno, incarnando il fascino intramontabile dell’iconico concorso di bellezza. Ogni concorrente ha portato con sé una storia unica e il desiderio di rappresentare orgogliosamente la Calabria nelle fasi successive del concorso.

La trentaduesima tappa di Miss Italia Calabria ha rappresentato non solo l’apice delle selezioni regionali, ma anche una celebrazione straordinaria della storia, delle tradizioni e dei dialetti calabresi. La kermesse ha attraversato la Regione come una stella cadente, lasciando dietro di sé una scia di splendore. Lungro ha risposto all’appello con grande entusiasmo, dimostrando ancora una volta il suo potenziale come centro di cultura e intrattenimento. La cittadina, nota per le sue radici culturali profonde e il suo affascinante scenario montano, ha fornito lo sfondo perfetto per questa manifestazione.

A 600 metri di quota, nella magica ombra del maestoso monte Petrosa, si staglia Lungro, l’incantevole Ungra nella lingua arbëreshë, una fiamma vivida dell’originaria anima albanese che arde nel cuore della Valle dell’Esaro. L’antico splendore di Lungro si riverbera oggi attraverso un caleidoscopio di tradizioni, svelando un ricco patrimonio ancora pulsante. Il paese continua a custodire i suoi costumi e riti, stringendo un legame inscindibile tra storia e modernità.

La lingua, tramandata di generazione in generazione, è un prezioso cimelio che riflette l’ascendenza albanese degli abitanti di Lungro. Il Comune brilla come epicentro italiano dei cattolici di rito greco-bizantino. Lungro è un invito irresistibile all’avventura e alla scoperta di tesori nascosti. La storia si materializza in luoghi di interesse imperdibili. La Cattedrale di San Nicola di Mira è una magnifica oasi di fede, custode di antichi segreti. Le Miniere e il Museo del Sale ci guidano in un viaggio nell’industrializzazione di tempi ormai passati. La Chiesa di Santa Maria dell’Icona, insieme ai monumenti e alle fontane, incornicia i pittoreschi vicoli del centro storico.

Lungro è la sintesi di un territorio che prospera grazie alla sua anima agricola. Qui, la terra generosa sposa l’arte della coltivazione dell’olio extravergine di oliva Bruzio DOP – Fascia Prepollinica. Nelle mani esperte dei contadini, si trasforma in un nettare di qualità straordinaria, un inno alla sinergia tra tradizione millenaria ed eccellenza moderna.

Lungro continua a risplendere come un gioiello incastonato tra le montagne mentre la trentaduesima tappa di Miss Italia Calabria ha segnato l’epilogo delle selezioni regionali. Ora, si vola verso la finalissima di Oriolo il 26 agosto, lasciando nell’aria un’eco di glamour ed eleganza.

In un’atmosfera carica di aspettative, un cortometraggio ha ripercorso il cammino epico di Miss Italia dalla sua nascita nel lontano 1939 fino alle sfide audaci che accendono il nostro presente. È stato come attraversare un caleidoscopio di storia, in cui la bellezza e la grinta si intrecciano in un racconto coinvolgente. Il cortometraggio è un tributo alle dive del passato, come Sophia Loren e Gina Lollobrigida, che hanno lasciato un’impronta indelebile nella storia del concorso di bellezza più longevo d’Italia.

Le giovani allieve del corso teatrale della Carli Fashion Academy, guidate con maestria da Francesca Marchese, hanno dato voce alla storia di Miss Italia, trasmettendo tutta la sua rilevanza culturale e simbolica. I testi sapientemente elaborati da Carola Cesario hanno dato profondità e spessore a questa narrazione, offrendo un vortice di emozioni che ha toccato le corde più profonde dell’anima. Le coreografie del corpo di ballo, curate da Lia Molinaro, hanno trasformato il palcoscenico in un omaggio vibrante alla bellezza nelle sue molteplici sfaccettature. Ancora una volta, è stato dimostrato il potere straordinario dell’arte nell’ispirare cuori e menti.

L’emozione palpabile nel pubblico è stata una prova dell’incanto di questo evento. Larissa Volpentesta e Linda Suriano hanno preso il timone di questa serata indimenticabile. Con grande padronanza dell’arte della conduzione, hanno saputo catturare l’essenza autentica delle partecipanti, rivelando le storie e le ambizioni che si nascondono dietro i sorrisi luminosi delle aspiranti miss.

Il palco si è trasformato in un regno di incanto grazie alle abilità del mago illusionista Giandomenico Morello. Con numeri originali ed esilaranti, ha portato un soffio di magia nell’aria, regalando momenti di puro stupore e risate contagiose. I sorrisi erano stampati sui volti degli spettatori, trasportati in un mondo di meraviglia e mistero.

Ma le sorprese non sono finite qui. A scaldare i cuori e far ballare le anime è stato Roberto Bozzo, noto cantautore e membro dei Sabatum Quartet. Le note della sua musica hanno avvolto il pubblico in un abbraccio sonoro, creando una sinfonia di festa e incanto. Bozzo hanno fatto vibrare il cuore degli spettatori con il suo singolo “Feste calabresi”, il tributo a Toto Cutugno “Lasciatemi cantare” e il brano arbëreshe “Lule Lule”.

A proclamare la vincitrice della trentaduesima tappa di Miss Italia Calabria è stata la giuria composta da: Ernesto Marrazzo (dottore), Nicola Bavasso (giornalista Gazzetta del Sud), Piero Lupo (commercialista e vicepresidente dell’associazione Socialmente), Giuseppe Pirillo (Framesi), Francesco Sarri (giornalista), Giandomenico Morello (mago illusionista), Erika Carminati (Framesi), Francesco Pappaterra (mental coach), Francesco Mario Frega (pensionato), Franco Florio (allenatore e calciatore), Maria Irianni (insegnante), Maria Cortese (pensionata).

Miss Framesi Calabria 2023 ha sottolineato: «Sono emozionata e molto felice. Al momento della proclamazione, stavo tremando. Siamo agli sgoccioli. Proverò a vivere con spensieratezza la finalissima di Oriolo del 26 agosto. Il mio sogno è realizzarmi in ambito lavorativo nel mondo del marketing e del commercio».

La trentaduesima tappa di Miss Italia Calabria nella città di Lungro è stata realizzata grazie al sostegno dell’associazione Socialmente (presidente Andrea Nigro) e con il patrocinio del Comune. Piero Lupo (commercialista e vicepresidente dell’associazione Socialmente) ha dichiarato che: «Siamo onorati di essere a Lungro, uno dei borghi più belli della Calabria. La nostra associazione tiene molto a manifestazioni come Miss Italia Calabria, in quanto ci portano alla scoperta delle bellezze culturali, storiche e culinarie della nostra Regione. “Socialmente” augura alle aspiranti miss di realizzare i propri sogni. Miss Italia potrebbe essere un trampolino di lancio. Qualora non dovesse essere così, invitiamo le concorrenti a non scoraggiarsi e a guardare avanti verso prospettive più importanti».

Il sindaco del Comune di Lungro Carmine Ferraro ha evidenziato che: «Ospitare una kermesse come Miss Italia Calabria è un privilegio per la nostra comunità. Un sentito ringraziamento va all’associazione Socialmente e al presidente Andrea Nigro, a Carmelo Ambrogio e a coloro che, con impegno e dedizione, hanno reso questa selezione regionale un trionfo indiscusso».

In occasione dell’ultima selezione regionale di Miss Italia Calabria che ha portato all’incoronazione di Miss Framesi Calabria 2023, Erika Carminati (Framesi) ha spiegato che «Framesi è un’azienda internazionale a conduzione familiare gestita da una splendida famiglia. Per noi, i parrucchieri sono molto importanti non solo perché sono nostri clienti ma anche perché sono coloro che condividono la bellezza con le clienti finali. Un collegamento fondamentale che ci consente di ottenere un grande risultato. Nel corso di questo prestigioso concorso di bellezza, ho visto nelle aspiranti miss: energia, entusiasmo e determinazione. Per presentarsi al meglio alla finalissima di Oriolo del 26 agosto suggerisco di non perdere l’entusiasmo e il coraggio nell’affrontare le diverse sfide».

Con immensa gioia e soddisfazione, Linda Suriano, esclusivista di Miss Italia Calabria: «I nostri più sentiti ringraziamenti all’associazione Socialmente, un fulcro di dedizione e passione, per il loro straordinario supporto nell’organizzazione dell’evento di Miss Italia Calabria. Insieme, abbiamo affrontato questa sfida con determinazione, trasformando il sogno in realtà con un impegno senza pari. Un ringraziamento caloroso va anche all’amministrazione comunale di Lungro, in particolare al sindaco Carmine Ferraro, il cui prezioso contributo ha illuminato il nostro cammino. Ringraziamo le concorrenti e le loro famiglie. Un plauso all’intera macchina organizzativa di Miss Italia Calabria che ha lavorato instancabilmente con dedizione e professionalità in questo ricco tour che ci riempie di soddisfazione».

L’evento di Miss Italia Calabria non è stato soltanto un’occasione per celebrare la bellezza, ma anche un tributo alla ricchezza culturale e alle peculiarità che caratterizzano la nostra amata Regione. Prossimo appuntamento di questa stagione: la finalissima di Oriolo il 26 agosto in cui verrà incoronata Miss Italia Calabria 2023. Una serata ricca di sorprese con una madrina d’eccezione, Elisabetta Gregoraci, un super ospite musicale, Marco Masini, e la partecipazione di Miss Italia 2022 Lavinia Abate.

Ufficio stampa

Denise Ubbriaco

Print Friendly, PDF & Email