Mar. Giu 18th, 2024

Il Parlamento Europeo ha dato il suo disco verde al Nuovo Patto su Migrazione e Asilo, aprendo la strada a significative modifiche nella politica europea riguardante la migrazione e l’asilo. Ecco cosa cambia:

Continua dopo la pubblicità...


JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

  1. Gestione dell’Asilo e della Migrazione:
    • Il regolamento sulla gestione dell’asilo e della migrazione, presentato dal relatore Tomas Tobé (Svezia, PPE), è stato licenziato con 322 voti favorevoli, 266 contrari e 31 astensioni.
    • Gli Stati membri dovranno contribuire a sostenere i Paesi Ue più esposti alle pressioni migratorie, accogliendo richiedenti asilo o beneficiari di protezione internazionale nel loro territorio o fornendo supporto finanziario o tecnico-operativo.
    • Saranno aggiornati i criteri che determinano quale Stato è responsabile per l’esame delle domande di protezione internazionale (le cosiddette norme di Dublino).
  2. Situazioni di Crisi:
    • Il regolamento sulle situazioni di crisi, presentato dal relatore Juan Fernando Lopez Aguilar, istituisce un meccanismo di risposta agli aumenti improvvisi degli arrivi.
    • Garantisce solidarietà e sostegno agli Stati membri che devono far fronte a un afflusso eccezionale di cittadini di paesi terzi.
    • Affronta anche il tema della strumentalizzazione dei migranti da parte di paesi terzi o attori non statali ostili.
  3. Controlli e Procedure:
    • Il regolamento screening, presentato dalla relatrice Birgit Sippel (Germania, S&D), ha ottenuto il via libera con 366 voti favorevoli, 229 contrari e 26 astensioni.
    • Stabilisce che le persone che non soddisfano i requisiti per entrare nell’Ue saranno soggette a un accertamento preliminare della durata massima di sette giorni, comprensivo di identificazione, raccolta di dati biometrici e controlli sanitari e di sicurezza.
    • Gli Stati membri dovranno istituire meccanismi di controllo indipendenti per garantire il rispetto dei diritti fondamentali.
  4. Procedura di Riconoscimento e Revoca della Protezione Internazionale:
    • La legge che prevede una nuova procedura Ue per il riconoscimento e la revoca della protezione internazionale, presentata dalla relatrice Fabienne Keller (Francia, Renew), è stata approvata con 301 voti favorevoli, 269 contrari e 51 astensioni.

In sintesi, questo nuovo patto rappresenta una completa rivoluzione delle leggi Ue sulle migrazioni, consentendo all’Europa di gestire le migrazioni in modo ordinato e alle proprie condizioni

Print Friendly, PDF & Email