Mar. Giu 25th, 2024

Il dottor Domenico Lorenzo Urso, proveniente da Corigliano Rossano, è stato scelto come nuovo primario per il Pronto Soccorso di Cosenza. L’esperto medico, attualmente alla guida del reparto di Medicina e Chirurgia d’urgenza a Ostuni, prenderà le redini del reparto di emergenza della città

Continua dopo la pubblicità...


JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow


Il Pronto Soccorso, avvolto in un’atmosfera di solitudine e soffocato dalle molteplici emergenze, si configura come un’insidia tenace per i pazienti che vi transitano ogni giorno. Un luogo intriso di drammatica sofferenza che, tuttavia, si prepara ad accogliere un nuovo primario. È il commissario dell’Annunziata, Vitaliano De Salazar, a individuare in Domenico Lorenzo Urso, 53 anni, originario di Cassano e residente a Corigliano Rossano, il degno successore di Pietro Scrivano, che recentemente ha rassegnato le dimissioni dall’incarico, ufficialmente per ragioni personali.

Urso era tra gli aspiranti che avevano partecipato all’avviso pubblico del 22 febbraio, promosso con una deliberazione dell’ex commissario Gianfranco Filippelli, il quale si era concluso il 2 settembre dello stesso anno con la formazione della graduatoria dei candidati: Scrivano, Urso e Rocco Di Leo. La selezione finale fu a favore di Scrivano, che venne nominato il 21 settembre. Nel frattempo, Urso fu chiamato dall’ASL di Brindisi per ricoprire il ruolo di direttore di struttura complessa di Medicina e Chirurgia d’accettazione e di urgenza presso l’ospedale di Ostuni. Precedentemente, aveva accumulato esperienze lavorative a Piacenza e Reggio Emilia, prima di fare ritorno in Calabria, collaborando con l’ASP negli ospedali di Cariati e Rossano.

Urso vanta inoltre esperienze come docente a contratto nel Corso di Laurea in Infermieristica presso la Facoltà di Medicina dell’Università Magna Grecia di Catanzaro, confermando così la sua competenza e dedizione nel campo sanitario.

Print Friendly, PDF & Email