Mar. Giu 18th, 2024

Forze dell’ordine e istituzioni insieme per mettere in guardia i cittadini dalle sempre più frequenti truffe, perpetrate soprattutto nei confronti degli anziani e delle categorie fragili

Continua dopo la pubblicità...


JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Si è tenuto ieri, nella Biblioteca comunale di località Spezzano Piccolo, l’incontro promosso dall’Arma dei Carabinieri, in collaborazione con il Comune di Casali del Manco, dal titolo “Occhio alle truffe”, nel corso del quale è stato offerto ai cittadini un vero e proprio decalogo per proteggersi dai raggiri che vengono messi in atto di persona, al telefono, per posta e via Internet. L’incontro è stato moderato dal giornalista Gianluca Pasqua. Sono intervenuti il Sindaco Francesca Pisani, che ha portato i saluti dell’Amministrazione comunale, il Comandante della stazione dei Carabinieri di Casali del Manco Antonio Sica, il responsabile di Codacons Cosenza Pierpaolo Rodighiero, l’Assessore alla Cultura ed alla Pubblica istruzione Giulia Leonetti ed il Responsabile del settore Welfare del Comune Antonio Tiberi. Nel corso dell’evento, molto partecipato, sono intervenuti anche alcuni cittadini, vittime di tentativi di truffe, che hanno portato la propria testimonianza. I relatori hanno spiegato che ci sono vari tipi di tentativi di truffa, che bisogna sempre diffidare dalle apparenze e proteggere le categorie più fragili, tra i quali anche i minori. Il truffatore, solitamente distinto e cordiale, afferma spesso di essere un funzionario delle Poste, dell’INPS, di un ente di beneficenza, o anche un avvocato, un rappresentante del Comune o di altri enti pubblici, un addetto delle società di erogazione di servizi come luce, acqua o gas e talvolta un appartenente alle forze dell’ordine. È fondamentale che i cittadini sappiano che queste persone non si presentano a casa della gente senza preavviso: un’eventuale visita deve sempre preceduta e garantita da una comunicazione con motivazione. Inoltre è stato spiegato che non basta un tesserino a confermare l’identità dell’interlocutore e che anche al telefono o su Internet bisogna essere certi dell’identità della persona che ci contatta, prima di rivelare dati personali e sensibili. In ogni caso, è opportuno verificare quello che ci viene detto, contattando l’ente o l’azienda interessata ed avvisare prontamente il 112 o comunque le forze dell’ordine anche solo in caso di dubbio. 

“Il messaggio che abbiamo inteso lanciare con questa iniziativa – ha affermato il Sindaco Pisani – è che i cittadini di Casali del Manco non sono soli. Possono contare in qualunque momento sulle istituzioni e sulle Forze dell’ordine, sempre presenti ed attenti sul territorio e sempre in sinergia tra di loro per garantire la sicurezza e mostrare loro in maniera tangibile la propria vicinanza in caso di difficoltà. Abbiamo sottolineato inoltre che la sensibilizzazione ed il passaparola sono molto importanti – ha aggiunto il primo cittadino – tanto che abbiamo chiesto ai presenti di avvisare e mettere in guardia parenti, amici e conoscenti, al fine di mantenere sempre alta l’attenzione”.

Print Friendly, PDF & Email