Mar. Giu 18th, 2024

I Sindaci dell’Associazione “Città degli Ulivi” e dell’Associazione dei Comuni della Locride intendono cogliere positivamente la promozione della manifestazione in programma il prossimo 4 maggio a Polistena.

Continua dopo la pubblicità...


JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Nel merito dell’azione politica intrapresa dall’Associazione rilevano che, da tempo, grazie soprattutto al sapiente lavoro svolto dai delegati alla Conferenza dei Sindaci dell’ASP Aldo Alessio (Sindaco di Gioia Tauro) e Mariateresa Fragomeni (Sindaco di Siderno), si è sviluppato un dialogo costruttivo tra i vertici aziendali e la rappresentanza istituzionale dei due comprensori.

I Sindaci hanno rimarcato, con forza, le criticità e le carenze che affliggono i servizi territoriali, depotenziati negli anni con evidente danno a carico dei cittadini, i quali sempre più spesso sono costretti a invocare risposte adeguate, anche in termini di tempestività e di qualità.

Le Associazioni hanno avuto un ruolo fondamentale nei processi organizzativi, chiedendo di partecipare alla progettazione degli interventi tendenti ad una programmazione a lungo, medio e breve termine.

Si è obiettivamente registrata un’inversione di tendenza rispetto al recente passato, anche per quanto concerne i rapporti dell’ASP con il territorio ed i loro rappresentanti, chiaro segnale di apertura e disponibilità.

Il costante impegno, rivolto sempre a garantire servizi efficienti ai cittadini dei due comprensori, ha prodotto risultati concreti con l’imminente realizzazione degli Ospedali di Comunità, della Case della Salute e altri servizi territoriali che potranno fornire risposte immediate alle pressanti istanze che quotidianamente provengono dal territorio.

Tuttavia, i Sindaci non considerano ottimali i risultati raggiunti e, per questa ragione, proseguiranno la positiva interlocuzione avviata con l’ASP per ottenere il rafforzamento e/o la riapertura dei Presidi attualmente operativi nella Piana e nella Locride, sempre nell’ottica di garantire servizi adeguati e quanto più possibile diffusi.

In questa direzione le Associazioni danno atto al Direttore Generale di aver assunto, sul piano culturale, un diverso approccio alle problematiche anche attraverso un analitico lavoro di monitoraggio. Ma rimangono numerosi nodi da sciogliere che riguardano le strutture dei due comprensori, sempre più interconnesse tra loro, in nome di quell’unicità dell’Asp di Reggio Calabria, più volte evocata dal Dg Di Furia.

Se sono in corso di definizione gli interventi per realizzare 5 Case Comunità nella Piana, poste a Gioia Tauro, Rosarno, Taurianova, Cinquefrondi, Palmi e due Ospedali di Comunità che verranno insediati nelle strutture, già esistenti, di Cittanova e Oppido Mamertina, altrettanto importanti sono le opere già finanziate che riguardano gli interventi strutturali all’ospedale di Locri, la Casa di Comunità “hub” di Siderno, l’ospedale di comunità di Gerace e le case di comunità di Antonimina, Gioiosa Ionica, Caulonia Marina, Bovalino e Monasterace, oltre ai presidi di continuità assistenziale del territorio e le Centrali Operative Territoriali, di Taurianova, Locri e Palizzi.

Tra l’altro non verrà mai meno l’impegno dei Sindaci per valorizzare i Presidi ospedalieri esistenti, mediante il loro rafforzamento e la creazione di nuovi servizi sanitari moderni ed efficienti.

Nel merito ci sono finanziamenti programmati per: grandi apparecchiature – Ecotomografi – digitalizzazione – Ospedali Sicuri per un totale di € 11.830.525,00 Polistena, Gioia Tauro, Rosarno, Palmi e Taurianova.

Inoltre il Piano operativo regionale Pnrr per le case di comunità – COT – Ospedali di Comunità per un investimento complessivo di € 23.116.586,00 per Taurianova, Palmi, Rosarno, Cinquefrondi e Taurianova – Oppido Mamertina e Cittanova.

Resta fermo l’impegno dei Sindaci a operare quotidianamente per verificare il rispetto della programmazione concordata in merito alla creazione di servizi territoriali e di una rete ospedaliera consoni alle esigenze dei cittadini di questo comprensorio.

Sono queste le ragioni che inducono le Associazioni a presenziare alla manifestazione del 4 maggio in quanto ritengono la presenza nelle piazze altrettanto importante quanto l’interlocuzione istituzionale nelle sedi opportune, come impone il ruolo dei Sindaci.

Il problema della sanità, a nostro avviso, va affrontato a 360°, per cui le richieste da indirizzare a chi di competenza devono riguardare la difesa degli Ospedali di Polistena e Locri (sui quali, peraltro, vi sono state precise rassicurazioni da parte del governo regionale) così come il costruendo Ospedale della Piana, l’istituzione e il potenziamento delle guardie mediche, un servizio adeguato di prevenzione che consenta di costruire un sistema sanitario moderno e completo.

Questo l’intento e lo spirito che animano la partecipazione dei Sindaci alla manifestazione, consapevoli che servono le iniziative di piazza ma anche gli interventi nei vari livelli istituzionali, ove portare le richieste di provvedimenti seri ed urgenti che consentano di realizzare una sanità a misura di cittadino.

Print Friendly, PDF & Email