Mer. Giu 19th, 2024

Il rinnovo contrattuale mette alla prova i sindacati territoriali, coinvolgendo anche il porto di Gioia Tauro

Continua dopo la pubblicità...


JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Il porto di Gioia Tauro si unisce agli scioperi che coinvolgono tutti gli scali marittimi italiani, segnando una protesta contro lo stallo nel rinnovo contrattuale. Le organizzazioni sindacali di Cgil, Cisl e Uil hanno annunciato la prima ondata di manifestazioni, previste per il 5 aprile, che coinvolgeranno i lavoratori per due ore. Le modalità di astensione, coordinate da rappresentanti sindacali come Domenico Laganà della Filt Cgil, Domenico Lombardo della Uiltrasporti e Antonio Sigilli della Fit Cisl, prevedono varie fasce di tempo a seconda del tipo di impiego. Le richieste sindacali riguardano incrementi salariali e la difesa della legge sui porti, oltre alla salvaguardia della salute e sicurezza dei lavoratori.

Print Friendly, PDF & Email