Mar. Giu 18th, 2024

Giovane colto da malore a bordo: comandante costretto a dirottare su Caselle. Soccorsi tardivi?forse non c’era autorizzazione per atterraggio immediato

Continua dopo la pubblicità...


JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Un uomo di 35 anni è morto stamattina alle 10.50 su un volo Torino- Lamezia Terme

L’uomo si sarebbe sentito male quando l’aereo – volo Ryanair fr8780r – era quasi a metà del tragitto, ma la richiesta del comandante di atterrare su altri aeroporti sarebbe stata negata. Quindi il dietro front per rientrare a Caselle. Nel frattempo il 35enne è stato soccorso a bordo e l’allarme al 112 era già stato lanciato. Una volta atterrato, l’uomo però non ce l’ha fatta ed è deceduto. Il giovane si è sentito male , durante il tragitto, ma il comandante è stato costretto a rientrare a Caselle perché non c’era la possibilità di atterrare altrove. L’ambulanza, una volta allertata, ha raggiunto la pista scortata dalla Polizia Stradale.

Secondo le prime ricostruzioni, il giovane si sarebbe accasciato improvvisamente sul sedile, colto da un malore improvviso. I passeggeri e l’equipaggio hanno immediatamente allertato il personale di bordo, che ha prestato i primi soccorsi e ha tentato di rianimare il giovane.

Tuttavia, le sue condizioni sono apparse gravissime fin da subito e il comandante ha deciso di dirottare il volo su Torino Caselle, l’aeroporto più vicino dotato di presidi medici adeguati. Purtroppo, nonostante l’atterraggio d’emergenza e l’arrivo tempestivo dell’ambulanza, il giovane è deceduto poco dopo l’arrivo a terra.

La famiglia del giovane è stata informata della tragedia e si trova ora in stato di choc. Le cause del malore che ha stroncato il 35enne sono ancora da accertare. La Procura della Repubblica di Torino ha aperto un’inchiesta per fare luce sulla vicenda e stabilire se vi siano state negligenze o ritardi nei soccorsi. In molti si chiedono se si poteva fare di più per salvare la vita del giovane.

L’incidente ha acceso i riflettori sull’efficienza dei sistemi di emergenza aeroportuali. È fondamentale che in situazioni simili i soccorsi siano tempestivi e che tutte le procedure vengano seguite correttamente per evitare tragedie come questa.

Print Friendly, PDF & Email