Mer. Giu 19th, 2024

La Viola Reggio Calabria cede al Molfetta e vede sfumare il sogno playoff. La rimonta nel quarto finale non basta, con Tyrtyshnyk che sfiora il pareggio a pochi secondi dalla fine. La stagione dei neroarancio si chiude con un’amarezza.

Continua dopo la pubblicità...


JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Il Molfetta ha messo la pietra tombale sulle speranze playoff della Viola, resistendo alla rimonta di cuore e di nervi dei ragazzi di Coach Cigarini nel quarto finale. Ancora una volta, Ilia Tyrtyshnyk è stato il migliore dei reggini, con un tiro che ha sfiorato l’aggancio a pochi secondi dalla sirena.

L’avvio del match è stato equilibrato, con la Viola che ha realizzato cinque triple ma ha sofferto l’asse Formica-Stefanini in difesa (15-15). Il rientro di Seck in regia ha dato nuova linfa ai neroarancio, ma Gloria ha chiuso il primo quarto sul 18-22 per i pugliesi.

Nel secondo quarto, il Molfetta ha preso il largo grazie a Formica, Sirakov e Stefanini, portando il punteggio sul 32-40 all’intervallo. Al rientro in campo, la capolista ha toccato il massimo vantaggio (+17) con Calisi e Stefanini (34-51). La Viola ha reagito con Aguzzoli, Binelli e Cessel, ma Sirakov ha punito la difesa reggina (43-57).

Nell’ultimo quarto, Simonetti, Cessel e Tyrtyshnyk hanno rimontato fino al 62-66. Aramburu e Stefanini dalla lunetta hanno sigillato la vittoria del Molfetta, nonostante gli errori al tiro dei reggini.

La stagione della Viola si chiude prima del previsto. Il girone campano si è rivelato più competitivo del previsto. Ci sarà tempo per analizzare la stagione e le sue criticità.

Il Molfetta ha spento le flebili speranze playoff della Viola, resistendo alla rimonta dei ragazzi di Coach Cigarini nel quarto finale.

Ancora una volta, Ilia Tyrtyshnyk è stato il migliore in campo per Reggio Calabria, con un tiro che ha sfiorato l’aggancio a pochi secondi dalla sirena.

Analisi del match:

  • Avvio equilibrato con 5 triple per la Viola, ma Formica e Stefanini tengono testa al Molfetta (15-15).
  • Il secondo quarto vede la capolista prendere il largo: Formica, Sirakov e Stefanini portano il punteggio sul 32-40 all’intervallo.
  • Al rientro in campo, Molfetta tocca il massimo vantaggio (+17) con Calisi e Stefanini (34-51).
  • La Viola reagisce con Aguzzoli, Binelli e Cessel, ma Sirakov punisce la difesa reggina (43-57).
  • Nell’ultimo quarto, Simonetti, Cessel e Tyrtyshnyk rimontano fino al 62-66.
  • Aramburu e Stefanini dalla lunetta sigillano la vittoria del Molfetta, nonostante gli errori al tiro dei reggini.

Considerazioni:

  • La stagione della Viola si chiude prima del previsto.
  • Il girone campano si è rivelato più competitivo del previsto.
  • Ci sarà tempo per analizzare la stagione e le sue criticità.
Print Friendly, PDF & Email