Serie A – Crotone, crollo clamoroso, l’Atalanta passeggia (1-3). Nicola a rischio?

156

Crotone-Atalanta (1-3) – Adesso si, la preoccupazione è altissima. Questa volta insieme alla sconfitta è arrivata anche la pessima prestazione. Davanti ad un Adriatico praticamente vuoto, il Crotone crolla ancora, in questa circostanza a festeggiare è stata la diretta concorrente Atalanta. Un match che mai ha avuto storia, deciso dopo i primi quarantacinque minuti e con i bergamaschi in vantaggio dopo appena tre. Altro che giornata della svolta, altro che partita del rilancio, tra le due formazioni solo una è sembrata quella desiderosa di fare risultato e punti. Obiettivamente così è veramente complicato pensare di poter competere per la salvezza, lo spirito e l’atteggiamento viaggiano su binari totalmente opposti rispetto a quelli necessari per raggiungere l’obiettivo. Il bottino è decisamente misero, solamente un punto dopo sei giornate di campionato, frutto di cinque sconfitte ed un pareggio. Tre battute d’arresto casalinghe con quest’ultima che brucia più forte delle altre. Dovrà riflettere molto mister Nicola, tantissimo la squadra che nella giornata in cui tutti si aspettavano una netta inversione di tendenza, è arrivata un’altra batosta. E non sarebbe oggettivamente corretto prendere per buoni quei minuti finali in cui si è accennato ad un minimo di reazione dopo il gol di Simy, ma con un’Atalanta in vantaggio di tre reti (Petagna, Kuritc, Gomez) e l’uomo in meno per ben trenta minuti del secondo tempo. Il dettaglio della cronaca serve obiettivamente a poco. Oggi si dovrà solamente prendere atto di una situazione che rischia seriamente di precipitare in maniera definitiva. Attendiamo notizie anche dalla società.

(fonte Strill.it)

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.