Ven. Mag 7th, 2021

Si è svolto lunedì pomeriggio, nella biblioteca di Ardore, un’importante e partecipato incontro incentrato sul referendum e sulle necessità dei territori, che ha coinvolto amministratori locali di tutta la Provincia di Reggio Calabria.

Il dibattito, dal titolo il “NO dei territori” voluto ed organizzato da Gianfranco Sorbara, anima di Forza Italia ad Ardore, assieme al consigliere comunale e capogruppo di minoranza Roberto Marando è stata l’occasione per mettere a fuoco tutti gli argomenti alla base del NO alla Riforma Costituzionale e serrare le fila in vista dell’ultima settimana di campagna elettorale.

Ad esporre  un’approfondita relazione sui motivi del NO dei territori è stato Marando:  Un testo volutamente confuso – ha commentato – che non fa risparmiare quanto si dice e che toglie ancora più spazio alla sovranità popolare, mentre i territori hanno bisogno, ora come non mai, di scegliere i propri rappresentanti.

Numerosi  sono stati gli interventi,  dagli assessori  Lea Stelitano e Mimmo Alafaci, di Roghudi e S. Agata del Bianco; i consiglieri comunali Pino D’Ascoli, Rocco Mazzaferro, Alfonso Passafaro e Peppe Zampogna, rispettivamente di Reggio Cal., Gioiosa I., Locri e Palmi; i vice sindaci di Bianco, Platì e Oppido M., Pasquale Ceratti, Pasquale Zappia e Vincenzo Barca, nonché i già assessori comunali Lorenzo Micari di Villa S.G. e l’ex sindaco di Locri Francesco Macrì, oltre alla presenza tra il pubblico degli ex- parlamentari Foti e Crinò, più ovviamente una folta rappresentanza di dirigenti e militanti di Forza Italia e cittadini.

E’ stato quindi un incontro/dibattito nuovo per schema e contenuti che si è posto l’auspicio di destare dal sonno chi ancora crede che l’impegno politico sia la rincorsa a poltrone, incarichi e consulenze, dimenticando colpevolmente i bisogni dei cittadini, specie delle fasce deboli e meno difese.

Carmen Fantò

 

Facebook Comments

Di

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.