SAN FERDINANDO: ARRIVA L’ORDINANZA DI SGOMBERO DELLA TENDOPOLI

339

La vecchia tendopoli che ospitava i migranti di San Ferdinando non è stata ancora smantellata. Solo pochi giorni addietro durante i trasferimenti alla nuova tendopoli, si erano verificati alcuni disordini di ordine pubblico. Durante le procedure di sgombero i 150 migranti che la occupavano, infatti, avevano alzato i toni protestando. A chiare lettere hanno ribadito di volere case non tende e lo hanno riferito ai funzionari della Questura, al Commissario ed al sindaco di San Ferdinando, Andrea Tripodi. A poco è servita l’opera di convincimento messa in atto dalle forze dell’ordine presenti sul posto. I pericoli, la mancanza di igiene, il rischio incendi sono in effetti fattori che destano non poca preoccupazione. Gli spazi realizzati dalla Protezione civile, che ha allestito un centro di assistenza che ospita 480 persone, sono ormai saturi. Stessa cosa per il capannone attrezzato, che ha una capienza di 250 posti letto. Intanto arriva la notizia che il sindaco Andrea Tripodi ha emesso un’ordinanza di sgombero della vecchia tendopoli ancora non svuotata da tende, baracche e migranti: il trasferimento era iniziato il 18 di agosto e da allora, ancora , si vive nel completo degrado con rischi per la salute pubblica.

ALESSANDRA BEVILACQUA| redazione@telemia.it

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.