A LOCRI IL SOCCORSO SI TINGE DI…ROSA!

482

Rispondere alla violenza contro le donne con la formazione e l’accoglienza; è stato questo il focus su cui si è basato il Progetto “Soccorso Rosa” presentato ieri presso il Centro Pastorale di Locri dalla confederazione ES.A.AR.CO in collaborazione con Efei ECM.
Il progetto rientra nel piano finanziato dalla Regione Calabria per la formazione di operatori esperti nell’accoglienza di vittime di violenza e prevede 4 Corsi di 50 ore ciascuno validi per 50 crediti ECM rivolti a infermieri, ostetriche, medici, assistenti sociali, psicologi, operatori socio-sanitari, volontari, pronto soccorso e personale 118.
Un lavoro a più mani, frutto della collaborazione di associazioni, esperti, ospedale e università che hanno lavorato in sinergia per offrire una risposta concreta e su più fronti alle donne vittime di violenza; e così, accanto al Presidente nazionale del Consorzio Internazionale Unimorfe, dott.ssa Maria Saveria Modaffari, è intervenuta anche Lisa Carai, presidente nazionale C.N.E., il direttore sanitario del presidio ospedaliero di Locri, dott. Domenico Fortugno e il direttore sanitario dell’Asp di Reggio Calabria, dott. Pasquale Mesiti.
Un’attività di grande impegno e prestigio sociale che nasce dall’esperienza sul campo e che mira a formare operatori esperti nell’accoglienza delle vittime che sappiano riconoscere la violenza applicando gli appositi protocolli assistenziali, di soccorso e cura sanitaria e orientando le donne verso strutture idonee che possano aiutarle a superare tale condizione.

FRANCESCA CLEMENO|redazione@telemia.it

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.