Oops! It appears that you have disabled your Javascript. In order for you to see this page as it is meant to appear, we ask that you please re-enable your Javascript!

«AVETE ONORATO LA NOSTRA CAULONIA» L’INTERA CITTÀ RINGRAZIA I SUOI “EROI” DI “MEZZOGIORNO IN FAMIGLIA”

305

Fuochi d’artificio, musica e un ricco buffet. È così che domenica sera in piazza Mese, di rientro dagli studi televisivi della Rai di Roma, è stato accolto il team di giovani concorrenti che hanno partecipato alla finale di “Mezzogiorno in famiglia”. A riceverli l’amministrazione comunale, con in testa il sindaco Caterina Belcastro, l’assessore alla Cultura, Domenico Campisi, e la giovanissima consigliera Luana Franco, attenta curatrice di ogni dettaglio per la riuscita di tutte le manifestazioni che hanno reso protagonista il paese, portandone storia, cultura e tradizioni attraverso il piccolo schermo nelle abitazioni di milioni di italiani. E con loro tantissimi cittadini.

Vincitori morali i cauloniesi, che si sono visti strappare il premio finale, uno scuolabus, soltanto a sfida quasi ultimata. Uno strappo, come da regolamento, per mezzo di un’ultima prova alla quale partecipa soltanto la squadra sconfitta. Un test che consiste nel schiacciare un pulsante rigorosamente al trentesimo secondo dal via. Il partecipante che non è preciso, riceve un gavettone d’acqua, e il trofeo resta in mano a chi se lo era temporaneamente aggiudicato. La squadra avversaria, la pugliese Galatina, ha centrato l’obiettivo con “Miss Cronometro”, una ragazza studiosa di pianoforte che ha ben saputo battere il tempo, non farsi la doccia e, purtroppo per la compagine calabrese, “strappare” il trofeo che ormai sembrava in viaggio verso la Calabria.

Dunque complimenti alla cittadina del Salento, ma complimenti anche i cauloniesi che partiti senza specifiche ambizioni sono riusciti ad avere la meglio – con giochi, prove di cultura, quiz, esibizioni artistiche – su compagini avversarie come Galatina, già incontrata nella prima apparizione televisiva di novembre scorso, Primiero Castrozza San Martino (Trento), Anghiari (Arezzo), Aquileia (Udine). Poi hanno ceduto, nella sfida con Acerenza (Potenza), ma intanto si erano guadagnati l’accesso ai quarti di finale. Rientrati in gara, nella prima decade di maggio, hanno vinto il derby regionale con Belvedere Marittimo e una settimana addietro, in una sfida all’ultimo respiro, con Tagliolo Monferrato (Alessandria).

E l’amministrazione comunale per bocca del primo cittadino, plaudendo ai ragazzi che per otto settimane con passione, orgoglio e senso di appartenenza hanno dato lustro a Caulonia, distinguendosi per talento e capacità di fare squadra, orgoglio e senso di appartenenza rendendosi protagonisti su Raidue, ha commentato: «Ci avete fatto sognare, regalandoci un’esperienza che porteremo dentro per tutta la vita. È stata una bellissima avventura per Caulonia, resa possibile grazie soprattutto alla formidabile intuizione e all’impegno del consigliere Luana Franco, vero artefice di questo piccolo grande miracolo»

E un grazie anche «a chi, ogni sabato e domenica per lunghi mesi, con vero spirito di comunità, si è messo in gioco valorizzando la cultura, la storia e le tradizioni di Caulonia. Un grazie anche alla Rai ed a tutto il suo personale che con elevata professionalità e sempre forte sensibilità ha consentito di promuovere il nostro paese su tutto il territorio nazionale. L’Amministrazione cauloniese – ha concluso Belcastro – è stata onorata di aver portato avanti un progetto così importante, certa di una positiva ricaduta turistica e promozionale per il nostro paese».

ARMANDO SCUTERI (Gazzetta del Sud)

Facebook Comments



Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.