COPPA ITALIA SERIE D | CITTANOVESE, FALSA PARTENZA FATALE

143

Costantino e Franceschini cambiano almeno metà della formazione scesa in campo domenica scorsa. Tra i giallorossi non ci sono Aiello, Giuffrida e Correnti che vanno in panchina mentre Carbonaro e Quitadano sono in tribuna perché squalificati. Tra i neroverdi restano fuori Latella, Lavilla, Mazzone, Giaimo e Cataldi. In campo Silenzi che dovrà saltare la prossima gara di campionato per squalifica. Il caldo è un fattore al “F. Scoglio” quasi deserto, ma le squadre non si risparmiano. Il Fc Messina vuole riscattare l’inatteso capitombolo con il Corigliano e le attenzioni in casa giallorosso sono puntate sulla reazione dei ragazzi. Contro il 3-5-2 di Franceschini, Costantino conferma il 4-3-3 consegnando le chiavi del centrocampo ad Alessandro Marchetti. In avanti, ai lati di Aladje che ha decisamente giocato meglio di domenica scorsa, ci sono Bevis e Carrozza. A sbracciarsi di più in panchina è stato Franceschini, di imprecisioni i suoi, sopratutto nel reparto arretrato composto da Neri, Cianci e Cordova, ne hanno evidenziato parecchie. A cominciare dall’azione del vantaggio quando Bevis al 19′, è stato lasciato libero di tirare dalla distanza ma anche di calibrare una traiettoria al veleno per l’estremo calabrese. Una rete che galvanizza l’esterno francese del Fc Messina autore di una brutta prestazione contro il Corigliano. Nella rete del raddoppio dei peloritani c’è l’astuzia e la potenza del bomber Aladje ma anche un pò di ingenuità del portiere ospite che gli frana addosso. Il tecnico ospite ha protestato dalla panchina per l’assegnazione del penalty. Dal dischetto, al 26′, il portoghese è impeccabile. La gara è incanalata ormai, 2-0 sarà il risultato finale, ma qualche sussulto, tra la lunga serie di cambi, si registra, soprattutto, quando la Cittanovese centra il palo nella ripresa con Cataldi che, ad un quarto d’ora dal termine, avrebbe potuto riaprire la gara.

«Non siamo partiti bene, come spesso ci capota ultimamente – ha detto Franceschini – ci gira un pò tutto storto, vedi oggi il calcio di rigore fischiato contro che ha del clamoroso, almno visto dalla panchina. Dobbiamo sempre rincorrere la partita, e non è facile. Comunque il Messina è una squadra forte».

(FONTE GAZZETTA DEL SUD)

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.