‘NDRANGHETA: BOSS MOLINETTI ACCUSA KLAUS DAVI, ‘È UNO STALKER, MI PERSEGUITA’

133

La Procura di Milano archivia, ma ‘Gino la Bestia’ fa ricorso: nuova udienza il 21 aprile presso il Gip del Tribunale milanese

“Klaus Davi è uno stalker e un persecutore. Mi pedina, si apposta sotto casa e alimenta stati d’ansia in me e nella mia famiglia”. A scriverlo è il legale di Luigi Molinetti nel riportare i termini della denuncia presentata da quest’ultimo nei riguardi di Klaus Davi. Gino Molinetti è stato oggetto negli ultimi 4 anni di numerose inchieste del massmediologo italo-svizzero. Lo rende noto Francesco De Luca del foro di Vibo Valentia, avvocato di Davi. Secondo Molinetti, il giornalista Klaus Davi avrebbe consumato nei suoi riguardi in questi 4 anni “atti persecutori, diffamazione, calunnia e trattamento illecito di dati”. Rispetto alla prima denuncia presentata dal Molinetti contro Davi, per la quale il Sostituto Procuratore della Repubblica Minutella Lucia, presso il Tribunale di Milano, ha chiesto l’archiviazione, i legali di Molinetti hanno presentato opposizione articolando ulteriormente le accuse nei riguardi del giornalista. Secondo il legale di Molinetti, l’avvocato Corrado Politi, “il signor Klaus più volte e con condotte reiterate molestava il querelante in modo tale da obbligarlo a modificare le sue abitudini di vita. Nel corso del tempo si registravano veri e propri appostamenti di Klaus sotto casa del Molinetti”. In altri passaggi Davi viene definito uno “stalker”. Sempre per Molinetti: Klaus (in concorso con il collaboratore Alberto Micelotta) avrebbe cagionato “gravi e perduranti stati d’ansia nel Molinetti e nell’intera famiglia del suddetto”. Nel mirino di Molinetti, oltre agli articoli di Davi, vi è anche una campagna affissioni ideata dal massmediologo e affissa in molte città della Calabria in cui il testimonial era il noto presunto affiliato della cosca De Stefano (http://www.strettoweb.com/2018/01/ndrangheta-debutta-a-reggio-calabria-la-campagna-pubblicitaria-con-un-presunto-killer-come-testimonial/644222/). La nuova udienza è fissata il prossimo 21 aprile presso l’ufficio del Gip del Tribunale di Milano.

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.