OSPEDALE DI POLISTENA, LA DENUNCIA DI MARCELLO ANASTASI: «MANCANO LE MASCHERINE, LA SANTELLI TORNI IN CALABRIA»

531

Il consigliere regionale lancia l’appello per la mancanza degli strumenti necessari per affrontare una eventuale emergenza da coronavirus. Poi l’attacco al presidente della Regione Calabria: «Basta spettacoli, c’è un’intera popolazione che ha bisogno di essere rassicurata»

«Il personale manca di mascherine in caso di emergenza coronavirus». Questo quanto denunciato dal consigliere regionale Marcello Anastasi che, proprio oggi, ha fatto visita all’ospedale di Polistena. Su segnalazione di alcuni cittadini e del personale medico, infatti, il neo consigliere d’opposizione ha deciso di recarsi nel nosocomio personalmente, toccando con mano lo stato dell’attuale situazione. Contattato dal Corriere della Calabria, il consigliere di “Io resto in Calabria” conferma: «Questa struttura ospedaliera – ha detto Anastasi – l’unica funzionante nella Piana di Gioia Tauro e che serve oltre 100mila persone, allo stato non è in grado di fronteggiare quella che è l’emergenza più importante del nostro Paese». E poi l’attacco al neo eletto presidente della Regione Calabria, Jole Santelli: «Non capisco perché non rientri in Calabria a prendere in mano la situazione anziché restare a Roma a farci vedere Capitano Ultimo. Qui il personale medico non ha mascherine, tute, guanti, occhiali e disinfettanti». «Siamo di fronte ad un pronto soccorso, quello di Polistena, che gestisce migliaia di casi ogni giorno senza il supporto degli ospedali di Gioia Tauro, Palmi e Oppido». «C’è un’emergenza nazionale – ha concluso Anastasi – che questo nuovo governo regionale si formi al più presto. Non è possibile che il presidente della nostra regione continui a stare a Roma. C’è un’intera popolazione che ha bisogno di essere rassicurata»

Facebook Comments



CHIUDI
CHIUDI
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.