Mar. Gen 19th, 2021

Tra emergenza ambientale e obiettivi sperati di sviluppo turistico

Il rilancio della città passa principalmente attraverso il consolidamento della collaborazione tra le associazioni presenti sul territorio e gli organismi istituzionali. Tanto è emerso da una partecipata assemblea della Consulta cittadina alla quale ha partecipato anche la presidente della Commissione straordinaria che attualmente cura la gestione del Comune, Maria Stefania Caracciolo. All’assemblea convocata dalla presidente Ersilia Multari, hanno partecipato i rappresentanti di varie associazioni locali che si sono soffermati sulla problematiche attualmente più impellenti che gravano sulla città.

Si è posto prioritariamente l’accento su quello che rimane il problema generalizzato che sta pesando non solo sul Comune di Siderno ma anche sull’intero territorio della Locride: l’emergenza rifiuti. Se è vero d’altra parte che il problema è comprensoriale (e l’Assemblea dei sindaci si è riunita nei giorni scorsi per cercare di dare spinta alla soluzione del problema) è anche vero che a Siderno la situazione pesa parecchio perché la città è sede dell’impianto di trattamento rifiuti e malgrado ciò negli ultimi mesi non sono mancati pesanti problemi per la mancata raccolta che ha ulteriormente aggravato lo stato della cittadina.

A questo proposito anzi è anche doveroso segnalare che ieri mattina sono stati dati alle fiamme due grossi contenitori di rifiuti alle spalle della scuola elementare, in pieno centro. Un gesto certamente sconsiderato che ha reso necessario, per estinguere le fiamme, l’intervento dei vigili del fuoco.

Per tornare comunque all’assemblea della Consulta, la tematica ambientale in città non è solo legata alla racconta dei rifiuti ma si porta appresso ancora la necessità della bonifica di alcuni siti che, in passato hanno creato problemi notevoli come la ex Bp, che si trascina ormai da parecchi anni.

Strettamente legato al problema ambientale durante l’assemblea è stata sollecitata anche la necessità che si dia maggiore impulso al settore turistico, un settore questo che se opportunamente valorizzato potrebbe portare economia e occupazione. I componenti della consulta hanno chiesto maggiore attenzione, a questo proposito, nei confronti del Borgo antico di Siderno superiore ricco di grandi potenzialità e punto di riferimento per quello che oggi viene indicato come il “nuovo turismo” e che ha nell’enogastronomia e nella valorizzazione della cultura del passato dei grandi attrattori. Per Siderno superiore sarebbero necessari progetti finalizzati indirizzati a valorizzare le sue potenzialità strutturali.

È stata pure sollecitata l’attuazione del Piano spiaggia dalla cui realizzazione potrebbe dipendere una migliore fruizione dell’arenile cittadino e di alcune aree del lungomare che attualmente versano in una situazione di estrema precarietà.

La commissaria Caracciolo ha ascoltato con molta attenzione i vari interventi e si è trovata d’accordo sulla necessità di continuare ad operare insieme – associazioni e Comune — per cercare di raggiungere gli obiettivi possibili per far crescere la città non mancando di ricordare, comunque, le carenze del bilancio comunale.

ARISTIDE BAVA

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.