Gio. Ott 21st, 2021

Ad intervenire, nuovamente, sulla situazione sanitaria in Calabria che ha portato la nostra Regione ad essere inserita in zona critica dal Governo italiano a causa del Covid19, è il sindaco della città locrese Giovanni Calabrese:
«Abbiamo lottato per anni contro la vergognosa situazione della sanità. Oggi paghiamo le conseguenze di una politica sorda e ottusa e con il Covid e la zona rossa ci ritroviamo ad essere poveri e pazzi e senza poterci curare».
La scelta del Governo Conte è l’ennesimo “schifo politico” nei confronti dei calabresi al pari di quelle dei suoi predecessori di tutti i colori politici. La politica sapeva della situazione della nostra sanità ma ci ha sempre voltato le spalle e adesso pugnalato nuovamente. I sindaci lasciati sempre soli hanno lottato senza fare sconti a nessuno; abbiamo manifestato, scritto e riscritto, sollecitato, proposto ma senza nessun intervento a favore della sanità pubblica.
Questa la sintesi del nostro calvario degli ultimi anni:
Incontro Sindaci della Locride con il Ministro Lorenzin in Prefettura a Reggio Calabria il 7 novembre 2016: NULLA DI CONCRETO.
Incontro Sindaci della Locride con MINISTRO BEATRICE LORENZIN a Roma il 6 dicembre 2017: NULLA DI CONCRETO.
Sette Ispettori ministeriali a Locri inviati dal MINISTRO BEATRICE LORENZIN:
NULLA DI CONCRETO.
Sit-in dei Sindaci della Locride a Roma davanti PALAZZO CHIGI. Il Governo chiude la porta e non riceve i primi cittadini della Locride: NULLA DI CONCRETO.
Il Presidente del Consiglio dei ministri, Professore GIUSEPPE CONTE incontra i sindaci della Locride a Locri per problema Ospedale il 24 novembre 2018 e annuncia “non meritate questa vergogna torno a gennaio con la soluzione definiva”. MAI PIÙ VISTO E NULLA DI CONCRETO!!!
Blitz del Ministro alla Salute GIULIA GRILLO all’ospedale di Locri il 6 marzo 2019 che dichiara “la grave situazione della sanità calabrese è ormai sotto gli occhi di tutti e i cittadini onesti non lo meritano”: NULLA DI CONCRETO.
Incontro a Roma con il Ministro alla Salute ROBERTO SPERANZA il 4 dicembre 2019 che conferma di comprendere la nostra situazione ma che non ci sono soluzioni immediate ci invita ad avere pazienza e speranza: NULLA DI CONCRETO.
Solo vergogna per che ci ha governati e continua a farlo, ed oggi, non possiamo nemmeno protestare, oggi i cittadini sono stanchi ed amareggiati. Qui si muore non solo di Covid ma di malasanità e il presidente Conte lo sa, lo sapeva e nulla ha fatto se non metterci in “zona rossa” e tutto andrà bene, dimenticandosi che non è la Calabria ad aver fallito e sbagliato ma il Commissariamento e tutti coloro che lo hanno permesso.
.

Locri, 05/11/2020
Ufficio Stampa Città di Locri

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.