Mer. Apr 21st, 2021

Ringraziamo il Commissario dell’asp, Prefetto Giovanni Meloni, per averci fatto sapere, tramite un quotidiano locale, che la Risonanza Magnetica entrerà in funzione entro due settimane grazie a due importanti convenzioni sottoscritte con il Policlinico di Messina e con il GOM di Reggio Calabria.
Immaginiamo quindi di poter organizzare una nuova inaugurazione per il 12 marzo, giorno in cui scadranno le due settimane annunciate dal Commissario Meloni.
Speriamo e attendiamo fiduciosi.
Spulciando l’albo pretorio dell’Asp troviamo le delibere con le due prestigiose consulenze.
La prima, la n. 142 con l’Azienda Ospedaliera Gom di Reggio Calabria per attività di consulenza specialistica radiologica su indagini di risonanza magnetica presso i presidi ospedalieri di Locri e Melito per un anno al modico costo di 78.000,00 euro.
La seconda , la n. 143 con l’Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico di Messina per attività di consulenza specialistica radiologica su indagini di risonanza magnetica presso i presidi ospedalieri di Locri e Melito per un anno al modico costo di 104.000,00 euro comprensiva anche dell’attività di “ADDESTRAMENTO” a favore dei dirigenti medici dei rispettivi presidi.
Tutto ciò è una evidente scelta politica e strategica della Commissione dell’asp.
Stamattina ho ritenuto di fare una “passeggiata ” nel reparto di Radiologia per cercare di capire meglio il contenuto della convenzioni deliberate.
Dei tre medici radiologi annunciati con contratto a tempo indeterminato solamente due hanno preso servizio.
Il reparto continuerà in ogni caso a funzionare nelle ore notturne con la reperibilità alternata tra Locri e Polistena e non con la presenza fissa del dirigente medico. In caso di TAC con mezzo di contrasto il paziente dovrà essere trasferito in ambulanza a Polistena se il reperibile è di turno su Polistena e non su Locri.
In reparto è privo di fondamentali strumenti digitali e molte apparecchiature diagnostiche hanno oltre 20 anni di vita.
Dispiace aver notato, attraversando un corridoio, la presenza di una discarica abusiva all’interno del reparto e soprattutto un odore nauseabondo dovuto probabilmente alla presenza di qualche topo deceduto.
Infine, apprendiamo che in attesa che venga realizzato il tunnel di collegamento, i soggetti ricoverati da sottoporre a risonanza verranno portati nella nuova struttura in ambulanza o…..a spalla!!!
Se invece di fare quel ridicolo taglio del nastro del nastro Spirli, Meloni, Bray e compagnia bella avessero fatto un giro del reparto e dall’ospedale avrebbero ben compreso che c’è poco da festeggiare e molto da fare per ripristinare legalità e normalità.
Obiettivi per i quali noi continueremo a lottare per rispetto dei cittadini liberi che credono in questa battaglia.

Giovanni Calabrese fb

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.