Mer. Apr 14th, 2021

Nuove regole e misure per arginare il coronavirus. Zone gialle diventano arancioni tra 15 marzo e 6 aprile

Italia in zona rossa a Pasqua 2021 dal 3 al 5 aprile. Lo prevedono le misure proposte per il nuovo decreto per contrastare la diffusione del coronavirus. “Nelle prossime settimane, dal 15 marzo al 6 aprile, le zone gialle vengono portate in arancione. Si rende più tempestivo l’ingresso in area rossa: tutte le Regioni che hanno incidenza settimanale” di Covid-19 “superiore a 250 casi su 100mila verranno inserite nell’area con le misure più severe attraverso lo strumento delle ordinanze del ministro della Salute”, ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza, a quanto si apprende, illustrando le proposte di nuove misure restrittive durante il vertice di questa mattina tra governo, regioni, comuni e province.

Il passaggio in zona rossa avverrà se l’indice Rt sarà superiore a 1,25. Le regole relative alla zona rossa verranno applicate nelle aree in cui l’incidenza supererà i 250 casi per 100mila abitanti. Le regioni in zona arancione potranno comunque decidere di adottare le regole proprie della zona rossa. “E’ prevista la facoltà per le Regioni di poter individuare, quando si è in arancione, aree ulteriori da portare in zona rossa, quando l’incidenza” di Covid-19 “supera la soglia dei 250 casi su 100mila nella settimana, oppure quando si riscontra una presenza di varianti tale da dover prevedere misure più restrittive”, le parole di Speranza.

Il ministro si è soffermato anche sul tema vaccini, dopo le segnalazioni relative ad effetti gravi dopo la somministrazione di dosi AstraZeneca. “Negli ultimi 2 giorni abbiamo somministrato circa 200mila dosi ogni 24 ore”, per un totale quindi di circa 400mila vaccini anti-Covid. “In Italia tutti i vaccini utilizzati sono efficaci e sicuri e il vaccino è l’arma fondamentale che abbiamo per superare questa fase”.

La bozza

Zona rossa in Italia dal 3 al 5 aprile, con le festività di Pasqua 2021 in lockdown per coronavirus con nuove restrizioni e divieti. Secondo la bozza del nuovo decreto covid la zona rossa d’ora in poi scatterà con 250 contagi ogni 100mila abitanti. Queste solo alcune delle misure contenute nel dl, oggi sul tavolo del governo, che sancirebbe inoltre il passaggio in arancione di tutte le zone gialle a partire da lunedì 15 marzo.

Il coprifuoco, si legge ancora nella bozza, resterà invece invariato dalle 22 alle 5, mentre in zona arancione saranno concesse le visite in abitazioni private ad un massimo di due persone. Nella bozza del dl, per chi viola la zona rossa a Pasqua, sono inoltre previste multe da 400 a 3000 euro. Le Regioni, si spiega ancora, potranno inasprire le misure se ad alto rischio varianti. Le Regioni forniranno quindi giornalmente al ministero della Salute il numero dei tamponi effettuati.

adn kronos

Facebook Comments
Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.