Sab. Giu 15th, 2024

Sindacato denuncia gravi carenze organizzative e criticità nel sistema carcerario calabrese

Continua dopo la pubblicità...


JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Un agente della Polizia penitenziaria è stato aggredito all’interno del carcere di Palmi, come riportato dal segretario provinciale del sindacato Osapp, Marco D’Agostino. L’aggressione è avvenuta quando un detenuto di origini siciliane, dopo essere stato ripetutamente invitato a rientrare nella propria cella, ha reagito violentemente, colpendo e stringendo al collo l’agente di sezione. Solo l’intervento tempestivo di un numero sufficiente di personale ha impedito conseguenze più gravi. Successivamente, l’agente è stato trasportato nell’infermeria dell’istituto per le prime cure e successivamente al nosocomio, dove è stato dimesso con una prognosi di cinque giorni.

Il segretario provinciale del sindacato Osapp ha sottolineato le difficoltà affrontate dalla Polizia penitenziaria in Calabria, evidenziando gravi carenze organizzative e criticità nel sistema carcerario regionale. Secondo D’Agostino, la situazione è aggravata dalla scarsità di risorse e dall’inefficienza dell’amministrazione penitenziaria, che mettono a rischio l’operato degli agenti e la sicurezza delle strutture. Il sindacato ha evidenziato il ruolo fondamentale giocato dalla dedizione e professionalità del personale penitenziario nell’affrontare le difficoltà quotidiane.

D’Agostino ha sottolineato l’urgenza di interventi concreti da parte del governo per affrontare l’emergenza nel sistema carcerario calabrese. Ha chiesto un decreto carceri per ridurre la sovraffollamento carcerario, potenziare la Polizia penitenziaria e migliorare i servizi sanitari all’interno delle strutture. Il sindacato ha esortato il governo a intervenire prontamente per evitare ulteriori gravi incidenti e garantire la sicurezza del personale e dei detenuti.

Print Friendly, PDF & Email