Lun. Giu 17th, 2024

Azione Repressiva Contro il Crimine Organizzato nel Settore Ortofrutticolo della Città

Continua dopo la pubblicità...


JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow


I militari del comando provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Calabria, su delega della locale Procura della Repubblica diretta da Giovanni Bombardieri, hanno eseguito stamattina un provvedimento emesso dal G.I.P. del Tribunale di Reggio Calabria. Questo provvedimento ha ordinato il sequestro di beni mobili ed immobili per un valore totale di circa 1.000.000 euro, nei confronti di una società con sede a Campo Calabro (RC) e dei suoi soci/amministratori.

La misura cautelare è stata disposta a seguito di indagini che hanno evidenziato reati tributari, fallimentari e di autoriciclaggio legati al fallimento di una società operante nel commercio all’ingrosso di frutta e ortaggi. La società, dichiarata fallita nel 2019, aveva smesso di tenere scritture contabili dal 2010, rendendo impossibile la ricostruzione della sua situazione economica-finanziaria.

Le indagini hanno rilevato che, prima del fallimento, i soci/amministratori della società avevano costituito una seconda società con le stesse caratteristiche operative, sede e organizzazione, con l’intento di sottrarre il patrimonio attivo della società in decozione a eventuali azioni esecutive dell’Erario e degli altri creditori. Queste azioni, che includono bonifici per forniture mai effettuate, configurano il reato di bancarotta fraudolenta.

L’operazione testimonia l’impegno costante della Guardia di Finanza di Reggio Calabria nella tutela dell’economia legale e nella sicurezza economico-finanziaria del territorio, in stretta collaborazione con le autorità giudiziarie competenti.

Print Friendly, PDF & Email