Ven. Giu 14th, 2024

Nuova fase per Villa Forastefano: trasformazione in centro ‘Dopo di Noi’ per persone con mobilità ridotta

Continua dopo la pubblicità...


JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Con la conferma dei fondi e l’annuncio dell’indizione della gara per la ristrutturazione, si apre una nuova fase nella trasformazione della Villa Forastefano, precedentemente confiscata, in un centro “Dopo di Noi” dedicato alle persone con mobilità ridotta. Questo progetto è stato oggetto di discussione nei mesi precedenti, quando la rimodulazione dei finanziamenti del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) aveva generato incertezze sul mantenimento dei fondi destinati alla riqualificazione dei beni confiscati, tra cui la villa di Doria.

Le preoccupazioni erano emerse a metà agosto dello scorso anno, ma sia il Governo che la Regione avevano rassicurato sul fatto che le fonti di finanziamento sarebbero state garantite, anche se i progetti erano stati temporaneamente sospesi. Recentemente, questo dubbio è stato dissipato e la centrale unica di committenza del comune di Cassano ha avviato la procedura per la gara d’appalto finalizzata alla riqualificazione dell’immobile.

L’importo previsto per l’intervento ammonta a 698mila euro e sarà impiegato per trasformare la Villa Forastefano, precedentemente in mano alla ‘ndrangheta, in un centro dedicato alle persone con mobilità ridotta. Il progetto di ristrutturazione e adeguamento della struttura abitativa esistente era stato redatto e approvato nel corso del marzo dello scorso anno, segnando così un importante passo avanti verso la realizzazione di questa importante opera di riutilizzo sociale di un bene confiscato.

Print Friendly, PDF & Email