Mar. Giu 25th, 2024

.Sottoposto alla sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno, viola le prescrizioni imposte dal Tribunale. Arrestato in flagranza dai Carabinieri di Bagnara Calabra.

Continua dopo la pubblicità...


JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

I Carabinieri della Stazione di Bagnara Calabra, in servizio di pattuglia per il controllo del territorio, hanno sorpreso un sorvegliato speciale trentasettenne del posto, comodamente appoggiato al bancone di un bar a consumare la sua bevanda. Alla vista dei militari, lo stesso cercava invano di nascondersi e di sfuggire al controllo, venendo però raggiunto e fermato poco dopo.

Il pregiudicato, tra i vari obblighi, ha quello di rincasare non più tardi delle ore 19:00 che, considerato l’orario del controllo, non aveva rispettato. Inoltre, ha l’obbligo di non accedere all’interno di esercizi pubblici dalle ore 17:00, anch’esso non rispettato.

In considerazione del suo curriculum criminale, dal quale si denotava la sua pericolosità, nonché delle violazioni commesse, il soggetto è stato tratto in arresto nella flagranza di reato. Ciò è stato ritenuto necessario anche avendo valutato la gravità del fatto in quanto, ben consapevole delle prescrizioni impostegli con la citata misura di prevenzione personale dal Tribunale di Reggio Calabria, l’uomo ha deciso deliberatamente di non rispettarla, senza avere nessun tipo di giustificazione e senza aver neppure avvisato le forze di polizia addette al suo controllo di eventuali impedimenti nel rincasare.

A seguito della celebrazione dell’udienza di convalida con rito direttissimo, presso il Tribunale di Reggio Calabria, è stato convalidato l’arresto e l’uomo tornato in libertà con le precedenti prescrizioni della sorveglianza speciale cui era già sottoposto.

Il procedimento è attualmente nella fase delle indagini preliminari e per l’indagato vale il principio di non colpevolezza sino alla sentenza definitiva. 

Print Friendly, PDF & Email