Mer. Lug 24th, 2024

Dopo oltre un anno di detenzione in Ungheria, la neo eurodeputata lunedì festeggerà a casa il suo 40esimo compleanno

Continua dopo la pubblicità...


CAMPAGNA-ANTINCENDIO-2024_6x3mt-4_page-0001
futura
JonicaClima
amacalabria
Calura
MCDONALDAPP
InnovusTelemia
stylearredamentiNEW
E120917A-0A80-457A-9EEE-035CEFEE319A
FEDERICOPUBB
CompagniaDellaBellezza00
previous arrow
next arrow

Ilaria Salis rientrerà già oggi 15 giugno in Italia, all’indomani della sua liberazione, concessa dall’Ungheria dopo la sua elezione al Parlamento europeo con Alleanza verdi sinistra. Salis, arrestata a Budapest nel febbraio 2023, festeggerà in Italia lunedì il suo 40esimo compleanno.

La docente, detenuta per oltre un anno, è accusata di aver aggredito alcuni partecipanti di una manifestazione neonazista a Budapest, i reati al centro del procedimento prevedono una condanna fino a 24 anni di carcere.

Decisiva l’elezione alle europee

Decisiva per la sua liberazione, è stata l’elezione al parlamento europeo. Ma il procedimento a suo carico potrebbe proseguire. Se l’Ungheria chiederà la revoca della sua immunità da europarlamentare, come preannunciato dal capo di gabinetto del governo ungherese Gergely Gulyás, sarà il Parlamento europeo ad avere l’ultima parola.

E a Strasburgo cosa dicono? Il Parlamento Europeo “non commenta casi singoli. Al di là delle disposizioni generali stabilite dalla legge elettorale”, l’immunità dei deputati europei “è principalmente definita dalle leggi elettorali nazionali. Vi invito a rivolgervi alle autorità italiane. In base alle disposizioni vigenti, un candidato eletto eurodeputato beneficia delle immunità previste dall’articolo 9.2 del protocollo sui privilegi e sulle immunità, ma non commentiamo casi singoli” ha detto la viceportavoce capo del Parlamento Europeo Delphine Colard.

Print Friendly, PDF & Email
Social Media Auto Publish Powered By : XYZScripts.com